Un telescopio europeo in Sardegna? Tutto è possibile

  • Scritto da Alba

Cos’è l’Einstein Telescope e per quale motivo la Sardegna dovrebbe accoglierlo? Si tratta di un progetto europeo che ha come obiettivo quello di indagare sull’origine del cosmo e sulle modalità di sviluppo del Big Bang. Scopriamone insieme i dettagli.

Le agenzie parlano in maniera sommaria dell’interferometro anche perché non è poi così facile capire di cosa di occuperà questo aggeggio. Però ne parlano tutti, in primis il ministro Valeria Fedeli che ritiene che l’Italia debba avere il coraggio di candidarsi, proprio come è successo per Francia, Olanda e Spagna. Il Belpaese sarebbe l’ideale per l’accoglienza dell’Einstein Telescope, un interferometro sotterraneo che ha la forma di un triangolo di 10 chilometri per lato. Per ora la Sardegna sembra essere la Regione più adatta al progetto, ma la decisione è rimandata. Si deciderà tutto tra il 2019 e il 2021.

LEGGI ANCHE | Aerospazio: nel Sarrabus centro strategico da 28 milioni

Per posizionare il telescopio è stato necessario individuare una zona a bassa attività sismica. Sarà pertanto posizionato a 100 metri sotto terra. Un osservatorio particolarissimo a forma di triangolo equilatero, con lati di 10 chilometri. La zona sarda più indicata è quella di Lula in provincia di Nuoro. 

Foto | Pixabay

 

Leggi anche