Ex bandito invitato ad evento formativo per giornalisti a Nuoro

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Polemiche per la presenza di Annino Mele ad un evento di formazione organizzato dall’Ordine dei Giornalisti.

Sono molte le polemiche suscitate dall’evento organizzato dall’Ordine dei Giornalisti e degli Avvocati e dalla Camera penale a Nuoro, che vede come invitato e relatore l’ex bandito Annino Mele, 67 anni, dell’Anonima Sarda, che fu condannato all’ergastolo per duplice omicidio e a decine di anni di carcere per altri reati tra i quali il sequestro di persona. All'evento formativo, oltre a Mele, parteciperanno anche Paolo Cossu, presidente del tribunale di sorveglianza di Cagliari, l'avvocata Giovanna Serra, e Giusy Fasano, giornalista di giudiziaria del Corriere della Serra.

Le polemiche per questa scelta non hanno tardato ad arrivare. La presenza di Annino Mele all’evento ha infatti suscitato lo sdegno del giornalista Mario Guerrini che, dal suo profilo Facebook, ha gridato il suo disappunto non solo perché la presenza di un pluriomicida è fuori luogo ad un evento formativo ma è anche irrispettosa nei confronti del ricordo delle vittime:

Uno dei più feroci criminali della storia dei sequestri", contesta Guerrini, "dovrà spiegare il suo punto di vista su 'L'efficacia preventiva delle misure alternative al carcere', secondo il tema dell'evento. Una follia. Una vergogna. Nessun rispetto per le vittime e per i loro familiari".    

LEGGI ANCHE| 10 detenuti diventano libri viventi all'Orto Botanico di Cagliari

Mele, che ha scritto sette libri durante il suo periodo di detenzione, ad aprile scorso ha ottenuto la libertà condizionale e a giugno anche il permesso di trascorrere un periodo in Sardegna.

FOTO| Pixabay