Registratori 3D sulle coste sarde per monitorare i cetacei

  • Scritto da Effe_Pi

Il progetto riguarda in particolare il Canyon di Caprera e verrà portato avanti da da One Ocean Foundation e Cmre per verificare eventuali elementi di disturbo per questi animali.

Registratori autonomi 'smart' 3D, in grado di raccogliere dati sottomarini anche senza la presenza umana, saranno impiegati per il monitoraggio acustico dei cetacei nel nord della Sardegna, in particolare nel 'Canyon di Caprera'. L'analisi dei risultati consentirà anche di identificare eventuali elementi di disturbo per gli animali in termini di inquinamento ambientale e acustico. La ricerca sara' condotta da One Ocean Foundation, fondazione istituita nel 2018 dallo Yacht Club Costa Smeralda (Yccs) e il Cmre, Centro Nato per la Ricerca e la Sperimentazione Marittima, organo esecutivo della Nato Science and Technology Organization, con sede a La Spezia e vent'anni di esperienza nella ricerca sui cetacei.

LEGGI ANCHE | La balena morta con 22 chili di plastica in pancia

Il progetto, oggetto di un accordo di partnership firmato a Porto Cervo nella sede dello Yacht Club, ha l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'impatto delle attività umane in mare aperto sulla vita e i comportamenti dei cetacei e di educare all'importanza di comportamenti responsabili. La Fondazione e il Cmre si propongono di raccogliere dati per ottenere il riconoscimento del 'Canyon di Caprera' come area di importanza per i mammiferi marini (Imma), per la tutela dei cetacei.

Il progetto di ricerca, che cominceà il prossimo ottobre per concludersi alla fine del 2021, sara' integrato con attività educative e di comunicazione dedicate agli studenti delle scuole superiori e alla società in generale. I risultati saranno oggetto di peer review da parte della comunità scientifica e pubblicati su riviste specializzate. Saràè così integrata l'analisi basata sul rilevamento visivo dei cetacei svolta da Seame Sardinia Onlus, associazione impegnata in una ricerca pluriennale sui cetacei pelagici presenti nell'area di mare tra le 15 e le 30 miglia da Capo Ferro, in Costa Smeralda. Nel Canyon di Caprera, otto anni di ricerche hanno rivelato l'esistenza di 7 delle 8 specie di cetacei regolari nel Mediterraneo occidentale: la balenottera comune, il capodoglio, lo zifio, il grampo, il delfino comune, la stenella striata e il tursiope.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain