La piccola Tahiti sarda è Cala Brandinchi

  • Scritto da Effe_Pi

Grazie al web si sta diffondendo ovunque la fama della bellissima spiaggia gallurese come "Piccola Tahiti", in un paragone con quelle della Polinesia francese: ma il confronto regge?

Che fosse una delle meraviglie di Sardegna nessuno aveva dubbi, ma adesso, complice il successo di questa stagione estiva sarda o chissà che altro meccanismo, online è tutto un paragone tra Cala Brandinchi, una delle perle di San Teodoro e di tutto il litorale orientale dell’isola, e le spiagge di Tahiti, la più grande isola nel gruppo delle Isole del Vento della Polinesia Francese.
Il paragone regge? Come riportava un nostro precedente articolo linkato qui sotto, Il litorale “è composto da una sabbia chiara ultra sottile, ed è circondato da dune e pinete nelle quali è possibile trovare riparo dall’afa delle calde giornate estive. Il mare è turchese, trasparente e dal fondale basso e conferisce alla spiaggia un aspetto esotico”.
Se si legge la descrizione delle spiagge tahitiane sui tanti siti specializzati in viaggi, si nota che in alcune località dell’isola la sabbia è nera, anche se ad esempio a Moorea e Huahine vengono descritte “lunge strisce di sabbia bianca e acqua turchese chiaro, perfette per lo snorkeling”.

LEGGI ANCHE | Spiagge di Sardegna: Spiaggia di Cala Brandinchi

Ma a voi il giudizio finale con i due video qui sotto di Cala Brandinchi e Moorea: è davvero giusto definire la spiaggia gallurese una “piccola Tahiti” in terra sarda? O è addirittura meglio?

Video Cala Brandinchi

Video Moorea

Foto | Josef Grunig su Flickr

Leggi anche