Servitù militari: tragedia sfiorata ad Orroli

  • Scritto da Effe_Pi

Un elicottero dell’Aeronautica militare italiana ha tranciato dei cavi della bassa tensione nel centro Sardegna, intanto denunciati 54 dei manifestanti di Capo Frasca.

Una tragedia legata alla presenza militare in Sardegna è stata sfiorata oggi ad Orroli, dove un elicottero dell’Aeronautica militare italiana ha tranciato con le pale del rotore alcuni cavi elettrici della bassa tensione non segnalati, rischiando conseguenze ben più gravi. L’incidente avvenuto nel centro Sardegna ha visto protagonista un elicottero HH 101 del 15/o Stormo dell'Aeronautica militare di Cervia. Nonostante l'impatto sono rimasti illesi sia il pilota sia il passeggero a bordo. Il velivolo, schierato sulla base di Decimomannu, era impegnato in una esercitazione a Capo San Lorenzo, sulla costa centro-sud orientale dell'Isola.

Durante le fasi di rientro l'elicottero ha urtato i cavi, tranciandoli di netto. Il mezzo aereo ha riportato lievi danni ed ha quindi nuovamente raggiunto la base senza problemi. L'area di Orroli è rimasta al buio per circa due ore, poi la linea elettrica è stata ripristinata.
E intanto è sempre di oggi la notizia che sono stati denunciati 54 manifestanti per i disordini avvenuti davanti al poligono di Capo Frasca durante una protesta contro le basi militari in Sardegna. Nonostante gran parte delle persone coinvolte negli scontri e nel lancio di sassi contro le forze dell'ordine avessero i volti coperti, gli agenti sono riusciti ugualmente a identificarli grazie a foto e materiale fotografico.

LEGGI ANCHE: Servitù militari: restano a Nora le strutture della Marina

È stato poi lo stesso Questore di Cagliari, Danilo Gagliardi, a ricordare come sia appena entrata in vigore la nuova normativa sulla sicurezza urbana (il cosiddetto decreto Minniti) che prevede anche l'arresto in differita per chi si rende responsabile di violenza a persone o cose in occasione o durante le manifestazioni pubbliche. "Ho letto le dichiarazioni riguardanti la prossima manifestazione del 28. Ricordo a tutti – ha confermato Gagliardi - che da oggi si può procedere con l'arresto in differita. La Questura di Cagliari l'applicherà la nuova norma puntualmente e chirurgicamente nei confronti di chi si renderà responsabile di violenze o episodi simili".

Foto | Giacomo Carena su Flickr

Leggi anche