Pesca illegale: la Forestale sequestra 25mila ricci

  • Scritto da Effe_Pi

Gli esemplari erano stati pescati illegalmente tra Sarroch e la zona protetta di Capo Pecora, in aree vietate o sotto taglia: multe per 25mila euro.

Il Corpo forestale regionale ha sequestrato nel Cagliaritano 25mila ricci di mare sotto misura o pescati in zona vietata, in particolare nell'area interdetta del porto industriale di Sarroch e nella zona Protetta di Capo Pecora.
Gli ispettori delle basi navali di Cagliari e Villasimius hanno eseguito anche controlli a tappeto nei banchi di vendita stradali, in una stagione in cui i ricci scarseggiano, anche come conseguenza del boom di consumi degli ultimi anni: nel lungomare del Poetto, in viale Colombo e a Quartu Sant'Elena, nella zona di Is Mirrionis, a Margine Rosso, a Capoterra, a Sarroch, ad Arbus, Villasimius e Muravera, oltre che nei mercati civici cagliaritani di San Benedetto e di via Quirra e in diversi ristoranti cittadini.

LEGGI ANCHE | Ricci di mare: ecco i limiti alla pesca

Durante l'operazione sono state elevate 15 sanzioni amministrative ad altrettanti trasgressori (prevalentemente pescatori professionisti) per complessivi 25mila euro. Oltre 50 vasetti di polpa di riccio, conservati e confezionati fuori norma sono stati sequestrati.
Il Corpo forestale della Regione sarda ha lanciato un appello al consumo responsabile, con il conseguente rifiuto della polpa di riccio invasettata senza etichettatura e dei ricci sotto la misura minima di cinque centimetri, aculei esclusi.

Foto | Caspar Diederik su Flickr