Matrimonio in lingua sarda, tra moda e tradizione

  • Scritto da Alba

A Selargius è andato in scena un matrimonio molto particolare: celebrato in lingua sarda, con gli sposi in costume tradizionale. Un rinnovo della fede che sa di tradizione ma potrebbe anche essere una nuova moda.

Il matrimonio tradizionale sardo, nella zona di Selargius non è soltanto in costumi tradizionali e lingua sarda. La cerimonia sardo-campidanese prevede che gli sposi siano in catene. E così è stato nella chiesa parrocchiale di Selargius in provincia di Cagliari dove si è tenuto un matrimonio antico, la Coja antiga.

Gli sposi, Pier Paolo Randaggio e Silvia Melis, sono stati accompagnati all’altare da una folla di curiosi e invitati. Pier Paolo ha indossato una camicia bianca con il corpetto viola e la mantellina nera, mentre Silvia si è presentata al suo sposo con un vestito porpora con ricami dorati e un bellissimo velo bianco impreziosito da tantissimi gioielli. La sposa aveva una catena ancorata al mignolo della mano destra dello sposo. Anche fiori e tappeti che hanno addobbato la chiesa erano sardi.

LEGGI ANCHE | Sa Coia Maurreddina | Dal 3 al 7 agosto

L’idea di questo sposalizio Selargino è nata dalla voglia di riscoprire una tradizione che ha coinvolto tutto il paese. Il corteo matrimoniale ha visto la presenta di 60 gruppi folk tra i più rappresentativi sardi. Un carro ha portato masserizie e corredo degli sposi e dopo il matrimonio c’è stata anche la promessa d’amore. La tradizione vuole che gli sposi si scambino e leggano una pergamena con i loro desideri, da consegnare ai figli fino a che, a 25 anni dalle nozze, si scopra in famiglia quali erano i pensieri d’amore degli sposi.

Foto | Sardegna Magica

 

Leggi anche