A Cagliari arrivano i matrimoni con i piedi nell’acqua del Poetto

  • Scritto da Effe_Pi

Tra le molte location eccezionale messe a disposizione dal comune ci sarà anche la Spiaggia dei Centomila, dopo le molte richieste ricevute.

A Cagliari ci si sposa nei punti migliori della città, compresi quelli con i piedi in acqua nelle spiagge cittadine. Dalla Spiaggia dei centomila al Castello (in via di definizione) di San Michele al Ghetto, all'Antico Palazzo di Città all'Arena di Marina Piccola, al Lazzaretto di Sant'Elia, ai Giardini Pubblici presso la Galleria d'Arte comunale, al Parco dell'ex vetreria di Pirri fino alla Terrazza Bastione Saint Remy (attualmente non disponibile). Sono queste le location che il Comune cagliaritano ha messo a disposizione da un anno per la celebrazione dei matrimoni e delle unioni civili, oltre naturalmente alle sedi istituzionali del Palazzo Civico di Via Roma, il Palazzo della Municipalità di Pirri.

LEGGI ANCHE | Matrimonio, tutti vogliono sposarsi in Sardegna

''Siamo in rodaggio, abbiano iniziato proprio un anno fa, e possiamo dire che il bilancio è positivo. A breve inseriremo un altro sito importante, cioè la spiaggia del Poetto'', afferma l'Assessore degli Affari generali del Comune di Cagliari Danilo Fadda. ''Ci siamo resi conto, sentendo la gente e ascoltando le richieste, che nonostante abbiamo due splendide location fronte mare, il Lazzaretto e l'Arena di Marina Piccola, alcune coppie ci chiedono di sposarsi proprio con i piedi in acqua. Abbiamo quindi scelto alcuni punti del Poetto, la spiaggia dei Centomila, e a breve comunicheremo quelli dove potranno celebrarsi i matrimoni o le unioni''.

In un anno a Cagliari sono stati celebrati 10 matrimoni fuori dalle mura del Palazzo ''ma abbiamo, per i prossimi due mesi, ben 10 prenotazioni'', dice Fadda. Gran parte di questi ''con un componente della coppia cagliaritano e il partner, come diciamo noi in Sardegna, 'continentale', quindi tutti italiani''. Ma il Comune punta agli stranieri.I prezzi per i matrimoni nelle sedi istituzionali variano da 70 euro ai 350 euro, suddivisi a seconda delle 'tipologie' degli sposi e giornate scelte: la tariffa più bassa si applica ai cittadini di cui almeno uno iscritto nell'anagrafe della popolazione residente del Comune di Cagliari e a seconda della giornata scelta fino ad un massimo di 350 euro. Per i cittadini italiani, comunitari e stranieri non residenti a Cagliari la tariffa oscilla dai 180 ai 350 euro. Per le altre sedi, quelle appunto suggestive e fuori dalle mura del palazzo civico, la tariffa è di 800 euro per i cittadini italiani, comunitari e stranieri di cui almeno uno residente a Cagliari e 1200 per quelli non residenti.

 

Foto | Pixabay