IN Breve

Ciclabili: si farà quella tra Ponte del Rimedio e 131

  • Scritto da Effe_Pi

Il sindaco di Oristano smentisce le voci secondo cui sarebbe stata cancellata la struttura per andare in bici dall’uscita della città alla Carlo Felice.

Quello che potrebbe essere un pezzo importante della rete ciclabile della Sardegna, in particolare per quanto riguarda la provincia di Oristano, si farà. Dopo le voci insistenti degli ultimi tempi, secondo cui non si sarebbe fatto questo vero “fiore all’occhiello” dell’adeguamento della Strada statale che conduce dall’importante sito religioso del Rimedio alla superstrada intitolata a Carlo Felice, è arriva oggi la dichiarazione ufficiale del sindaco di Oristano, Guido Tendas, che ha smentito nettamente tutto. La pista si farà regolarmente – ha affermato il primo cittadino - “secondo quanto previsto dagli accordi tra Comune, Provincia e Anas e secondo quanto riportato dal progetto”.

In bici sicuri da Oristano alla 131

La ciclabile quindi sarà realizzata come previsto, con “la protezione di un guard-rail che la separerà dalla strada, lo ha confermato la Provincia” alla quale il sindaco si sarebbe rivolto per avere spiegazioni. Il Comune, dal canto suo, conferma che si farà carico delle spese elettriche per l’illuminazione del tracciato. Arrivata “anche la conferma che sarà realizzato il sottopasso per il bestiame all’altezza del canale adduttore sulla riva destra del Tirso”.
Un pezzo di infrastruttura importante in un’ottica di sostenibilità e come parte di quella grande rete ciclabile che in questi ultimi anni è stata promossa dalla Regione Sardegna, che potrebbe rendere finalmente l’isola una terra all’avanguardia per un turismo in bicicletta sempre più di moda.

Più sicurezza per i ciclisti urbani

Oltretutto, questa nuova struttura potrebbe migliorare la sicurezza dei tanti abitanti di città e frazioni che ormai si spostano abitualmente in bici, visti i tanti incidenti anche fatali che negli ultimi anni li hanno coinvolti: già quando fu annunciato il progetto, nel 2013, gli Amici della bicicletta di Oristano avevano parlato di “un altro tassello” di una rete di percorsi ciclabili tra frazioni e centro città, pur lamentando che a parte Torregrande “non ci siano percorsi sufficientemente sicuri e praticabili sia a piedi sia in bici tra le varie parti della città”, ricordando di aspettarsi anche “che venga eliminato il punto molto pericoloso di fine pista all’incrocio con la strada per Pardu Nou e che l’attraversamento della strada possa avvenire con la massima sicurezza per pedoni e ciclisti”.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain

Leggi anche