Nell'ultimo mese

Cagliari contro il gioco d'azzardo con Slot Mob

  • Scritto da Effe_Pi

Slot MachineArriva in Sardegna la campagna di Next contro le slot machine e altre forme di azzardo nei locali pubblici.

Arriva in Sardegna la lotta contro il gioco d'azzardo nei locali pubblici, che anche nell'isola è una vera piaga sociale che ha ridotto sul lastrico intere famiglie. In particolare, è Cagliari ad aver aderito, per sabato 19 ottobre, alla campagna nazionale “Slot Mob. Cittadini mobilitati per il buon gioco contro le nuove povertà e la dipendenza dal gioco d’azzardo”, organizzata da Next Nuova Economia, con cui si chiede a bar ed esercizi commerciali di rinunciare a slot machine e altre forme di azzardo che creano "vittime, povertà e dipendenze" e "arricchiscono le multinazionali del gioco d’azzardo", creando al tempo stesso "un terreno fertile per l’azione della criminalità organizzata".

L'appuntamento è alle 17 davanti al Caffé Valentina, all’angolo tra via Pessina e via Palomba, che è stato tra i primi ad aderire alla campagna rifiutando di ospitare forme di azzardo. Slot Mob ha l'obiettivo di “premiare” le virtù civili, rendendo la scelta degli esercenti che rifiutano il gioco "visibile ed imitabile, attraverso un marchio etico, il coinvolgimento della stampa, i social network ed il passaparola". I responsabili della campagna stanno eseguendo una mappatura dei locali cagliaritani slot-free e di quelli che vorrebbero diventarlo, ed invitano tutti a segnalarli all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o compilando il modulo a questo indirizzo.

La campagna Slot Mob è nazionale ed è partita il 27 settembre da Biella, estendendosi rapidamente a molte altre città: alla politica si chiede "una legge che limiti e regolamenti seriamente il gioco d’azzardo nell’interesse non delle lobby ma dei cittadini, soprattutto i più vulnerabili", mentre si invitano i cittadini stessi ad agire subito "dando vita ad uno slot mob, recandoci insieme in tanti, decine o magari anche qualche centinaio di persone, a fare colazione in un bar che ha scelto la disinfestazione dalle slot e/o altri giochi d’azzardo". I promotori hanno anche l'ambizione di curare il cattivo gioco con il buon gioco, che "è sempre un bene relazionale, organizzando, in concomitanza dello slot mob, un torneo di calcio balilla per giocare stando insieme in un clima di 'sano e buon caos' per un paio d'ore".

 

Leggi anche