I dati della settimana sul coronavirus in Sardegna

  • Scritto da Effe_E


Per la prima volta da otto settimane i contagi hanno subito una lieve diminuzione.

Riteniamo che uno dei modi migliori per leggere i dati sull'epidemia da coronavirus in Sardegna, e non solo, sia quello di valutare l'andamento settimanale, che presenta delle indicazioni più aggregate, lontane dall'isteria e dagli aggiornamenti quotidiani, che ovviamente non riescono a dare una visione d'insieme del fenomeno.

Nuovi casi di coronavirus registrati questa settimana in Sardegna

Per la prima volta da otto settimane a questa parte i contagi sono diminuiti, precisamente del 5%. Un calo piuttosto lieve, ma pur sempre di calo si tratta. C'è da considerare però un altro fattore: questa settimana sono diminuiti anche i tamponi effettuati, come dimostrano i dati a fondo pagina.

Decessi registrati in Sardegna a causa del Covid questa settimana

Anche i decessi questa settimana, per la prima volta dopo otto settimane, sono leggermente diminuiti, passando da 64 a 56, un calo del 13%. E' questo sicuramente il dato più incoraggiante della settimana appena trascorsa, visto che il numero di decessi non è legato al numero dei tamponi effettuati. Bisogna comunque essere consapevoli che resta un numero enorme, che rimane di poco inferiore ai 62 decessi che avevamo raggiunto solo durante la prima ondata, ma in 3 settimane anzichè in una, dal 20 marzo al 9 aprile, nel momento di massima emergenza.

Casi registrati in Sardegna questa settimana suddivisi per provincia

Per quanto riguarda la distribuzione dei casi suddivisi per provincia osserviamo una diminuzione solo su Cagliari e Nuoro. C'è però da considerare, soprattutto riguardo il dato di Nuoro, che partivamo da dei numeri spaventosamente alti. Tutte le altre tre province hanno avuto un aumento dei casi, leggero a Sassari, che rimane comunque la provincia più colpita e col numero più alto di casi, sia totale che distribuito ogni mille abitanti, e mediamente un 20% di aumento nel Sud Sardegna e in provincia di Oristano. Da segnalare la provincia di Oristano, che risulta in costante aumento per la terza settimana consecutiva.

Ricoverati con sintomi e in terapia intensiva settimanalmente in Sardegna

L'andamento dei ricoveri questa settimana mostra una marcata diminuzione sia dei ricoverati con sintomi, che passano dai 93 ai 18 posti, che quelli in terapia intensiva, che calano del 45%. Segnali che comunque inducono ad essere moderatamente ottimisti, in attesa sempre dei dati delle prossime settimane.

Percentuale di tamponi positivi in Sardegna settimanalmente

Un dei dati che ci costringe a non essere completamente ottimisti è la percentuale di tamponi positivi ogni cento, che è aumentata passando dall 11,99% al 12,74%, in aumento costante da più di otto settimane consecutive. È un indicatore non molto scientifico, ma secondo alcuni esperti potrebbe dimostrare che, superato un certo valore che possiamo stabilire del 15/20%, le operazioni di test si starebbero concentrando sulle persone che già manifestano sintomi, e che raggiungerebbero sempre meno gli asintomatici che quindi sfuggirebbero ai conteggi e soprattutto al contact tracing. È un indicatore molto interessante anche perchè, anche questo come i decessi, non è legato al numero dei tamponi effettuati.

Numero di tamponi eseguiti in Sardegna settimanalmente

Il numero di tamponi fatti in questa ultima settimana è diminuito del 10% circa per la prima volta dopo otto settimane, se si esclude la lieve flessione della prima settimana di novembre. E' quindi un dato da tenere ben presente quando si analizzano i numeri, soprattutto quelli dei nuovi contagi, che dipendono evidentemente da quanto gli andiamo a cercare. Oppure, volendo trovare un dato positivo in questo decremento, siamo entrati nella fase in cui ci serve testare meno persone poichè il contagio comincia a subire una frenata, ma questa considerazione potrà essere avvalorata solo esaminando i dati delle prossime settimane.

Fonte dati: Protezione Civile | Ministero della Salute