Ancora strage sulle strade: +16% di morti in incidenti

  • Scritto da Effe_Pi

In tutto in Sardegna nel 2018 quasi 3mila 500 incidenti di cui 105 mortali, numeri in netta contrapposizione con i dati nazionali.

Nel 2018 si sono verificati in Sardegna 3.461 incidenti stradali, di cui 105 mortali mentre i feriti sono stati 5.046. E' quanto emerge dai dati dell'Istat che fanno registrare, rispetto all'anno precedente, un aumento di sinistri (+1,1%) e decessi (+16,7%) mentre i feriti rimangono costanti. Numeri che sono in netta contrapposizione alla tendenza nazionale che presenta diminuzioni seppur modeste per incidenti e vittime. 

LEGGI ANCHE | Auto: i sardi la usano fin troppo 

 La Strada Statale 131 rimane tra le più pericolose della Sardegna con 14 decessi e 388 feriti e l'indice di mortalità pari a 5,5, in aumento rispetto al 2017 (era l’1,6). La SS130 con 5 morti vede passare l'indice di mortalità da 3,9 nel 2017 a 10 nel 2018. Rimane elevata la pericolosità della SS196 anche se in miglioramento rispetto al 2017, ma con il più alto indice di mortalità (18,8) seguito dalla SS554 con 4 morti e l'indice di mortalità pari a 10. L'indice di mortalità cresce nei comuni di Sanluri e Arzachena mentre diminuisce a Orotelli, San Vito, Villacidro e Villasor.   

Nel 2018 il maggior numero di incidenti (2mila 131, il 61,6% del totale) si è verificato sulle strade urbane, provocando 25 morti (23,8% del totale) e 2.862 feriti (56,7%). Rispetto all'anno precedente i sinistri diminuiscono del 6,2% in ambito urbano mentre aumentano del 15,4% sulle strade extraurbane. Gli incidenti più gravi avvengono sulle strade extraurbane (6 decessi ogni 100 incidenti) mentre nelle strade urbane l'indice di mortalità si ferma a 1,2. Sulle strade urbane il 41,6% dei sinistri stradali avviene lungo un rettilineo. Sulle strade extraurbane tale percentuale sale al 52,5%. In ambito urbano gli incidenti che avvengono in corrispondenza degli incroci rappresentano il 26% del totale, seguono quelli che si verificano nei pressi di una intersezione (20,3%) e in curva (6,4%). Lungo le strade extraurbane il 25,3% degli incidenti si verifica in curva, il 9,7% nei pressi di una intersezione.

Foto | Automobile Italia su Flickr