Sardegna al voto: ecco come e chi può vincere

  • Scritto da Effe_Pi

L'isola al voto oggi fino alle 22 ecco le modalità per esprimere le proprie preferenze, battaglia all'ultimo voto tra il sindaco di Cagliari Zedda e Solinas, l'uomo di Salvini.

Finalmente il voto in Sardegna, oggi fino alle 22, con una nuova legge elettorale e la possibilità di esprimere anche un voto disgiunto. I candidati presidente sono sette, ma le possibilità reali di vittoria sembrano limitate al sindaco di Cagliari, Massimo Zedda e a Christian Solinas, il candidato del ministro Matteo Salvini, di Silvio Berlusconi e di Giorgia Meloni. E' possibile effettuare un voto disgiunto, quindi chi decide di votare liste migliori (ad es. quelle indipendentiste e quella di sinistra che non sostiene Zedda) non hanno nessuna speranza di eleggere il proprio candidato presidente.

LEGGI ANCHE | Che c’entrano Salvini e la campagna elettorale con la lotta dei pastori?

Agli elettori che si recano ai seggi viene consegnata un’unica scheda di colore verde con una matita copiativa. La legge regionale sarda prevede il voto disgiunto, per cui è possibile votare in diversi modi. Sulla scheda l’elettore può esprimere il proprio voto per un candidato alla Presidenza della Regione: è possibile poi esprimere uno o due voti di preferenza per i candidati consigliere delle liste circoscrizionali indicando il cognome ovvero il nome e il cognome dei candidati prescelti. Nel caso di espressione di due preferenze esse devono riguardare due candidati di genere diverso della stessa lista circoscrizionale.

Sono 24 le liste a sostegno dei sette candidati: 11, con 643 candidati, sostengono Christian Solinas, candidato del centrodestra per Lega, Forza Italia, Psd’Az, Udc, Fdi, Riformatori Sardi, Energie per l’Italia, Unione Democratica Sarda, Sardegna 20Venti, Sardegna Civica, Frtza Paris. Il centrosinistra sostiene Massimo Zedda con 8 liste per un totale di 433 candidati: ‘Noi, la Sardegna con Massimo Zedda’, Campo Progressista, Leu, Pd, Cristiano Popolari Socialisti, Sardegna in Comune, Progetto Comunista e Futuro Comune. M5S sostiene Francesco Desogus; Mauro Pili è il candidato di 'Sardi Liberi', Paolo Maninchedda per il Partito dei Sardi e Andrea Murgia con autodeterminazione (tutti con 60 candidati) mentre Vindice Lecis - sostenuto da Sinistra Sarda, Rifondazione, Comunisti Italiani - ha 48 candidati.

Foto| Pixabay