Nell'ultimo mese

Amministrative 2015 Sardegna: Santu Lussurgiu

  • Scritto da Effe_E

Stefano Putzolu Santu Lussurgiu4Domande a Stefano Putzolu, candidato sindaco per le prossime elezioni comunali a Santu Lussurgiu con la lista Abba Nostra - Unità Tradizione Progresso.

1) Saprebbe individuare (uno o più) problemi principali del suo comune e offrire brevemente alcune soluzioni per risolverli?

Il principale problema della nostra Comunità è la pressione che stiamo subendo da parte della Regione Sardegna nell'imporci il gestore unico Abbanoa. Il nostro Comune NON HA MAI aderito ad ABBANOA e con noi alla guida della comunità sarà impossibile perdere la nostra autonomia gestionale. Alcuni di noi, me compreso, hanno iniziato la lotta da 10 anni e la porteremo avanti con tutta la nostra determinazione. Costi quel che costi!!

2) La politica oggi è impopolare ma i sindaci sono gli amministratori più vicini al cittadino: come pensa possano contribuire a far recuperare fiducia nelle istituzioni?

Non è facile far recuperare fiducia nelle istituzioni, considerando le cronache delle ultime settimane. La politica in Italia non ha dato grandi esempi di moralità. Nei nostri comuni occorre un maggior contatto con la gente, una maggiore disponibilità e massima trasparenza. Noi ad esempio pensiamo di incontrare la cittadinanza con due appuntamenti annui, due assemblee aperte alla cittadinanza (ultimo sabato di giugno e ultimo sabato di dicembre) e in quell'occasione presentare risultati, criticità e opportunità per la comunità, dando infine la parola ai cittadini con le loro riflessioni e perchè no, anche proposte. Questi esempi penso possano essere un primo passo per ridare nuovamente fiducia verso le istituzioni.

3) Quali sono i temi programmatici fondamentali su cui punterà per sconfiggere i suoi avversari alle prossime elezioni?

La parola "sconfiggere" non mi piace, anche se rende molto. Per diventare Sindaco del mio paese i punti fondamentali sono 3: Il primo è continuare con determinazione la lotta contro Abbanoa, senza indugi ! il secondo punto è l'edificio storico del Carta Meloni che rappresenta per la cittadinanza il luogo della cultura e del sapere. L'impegno sarà nel creare attraverso esperti e cittadinanza un progetto credibile e sopratutto auto-sostenibile per ridare vita a quest'importante edificio. Crediamo possa diventare nuovamente creatore di cultura e volano per i giovani. Il terzo è la difesa del cittadino: difesa dalla morsa delle tassazioni che vengono addossate sui comuni. Penso che sia un nostro dovere trovare soluzioni per allentare la pressione fiscale imposta dallo Stato. Abbiamo già iniziato l'anno scorso con la TARI, pensiamo si possano adottare diversi sistemi coinvolgendo la popolazione.

4) Ci dica una cosa positiva e una negativa fatte delle amministrazioni che ha avuto la sua città negli ultimi anni.

Io ho ricoperto la carica di vice-sindaco e assessore negli ultimi 5 anni, quindi faccio auto-critica: rimprovero di non aver adottato una comunicazione efficace sulla popolazione, per stare più vicino, evitando per diversi argomenti sterili critiche che nascono appunto da una mancanza di comunicazione efficace. La positività la vedo invece sui progetti portati a compimento, come ad esempio l'istituzione della Compagni Barracellare, nata grazie a noi nel 2010, che oggi conta 86 componenti. Un risultato impressionante considerando i dati statistici in calo sulle azioni illegali legati principalmente al mondo agro-pastorale. Poi l'inaugurazione della Fondazione Hymnos, la rete territoriale della tradizione legata ai canti a Cuncordu. Oggi grazie al progetto Hymnos, oltre all'inaugurazione dell'importante sede di Casa Donna Caterina di Santu Lussurgiu, sono state inaugurate le sedi della rete di Sennariolo e Aidomaggiore. Inoltre, la presenza del Prof. Giacomo Baroffio, massimo esperto mondiale sui canti Gregoriani, pongono la nostra Comunità al centro dell'attenzione di tutto il mondo dei canti liturgici e paraliturgici. Il progetto, attraverso un’azione coordinata pluri-territoriale, intende rafforzare la coesione sociale dei diversi paesi coinvolti e promuovere i processi di valorizzazione dei beni culturali.

Ricordiamo ai nostri lettori che l'altra particolarità relativa alla nostra rubrica #4Domande è il fatto che le risposte sono scritte di proprio pugno dal candidato stesso o dal suo staff, e che la nostra redazione non effettua nessun tipo di controllo, correzione o adattamento delle risposte date, in modo da non avere nessun filtro tra chi scrive e chi legge.

Leggi anche