Nell'ultimo mese

La città più felice? per iHappy è Cagliari

  • Scritto da Effe_Pi

Cagliari città felicePubblicato nella giornata mondiale della felicità l'indice iHappy delle città più felici, basato su ciò che viene postato su Twitter, il capoluogo sardo si piazza al primo posto davanti a Lecce.

Cagliari la città più felice d’Italia? sembrerebbe di sì, secondo un’indagine basata sui tweet di chi si trova nel capoluogo sardo, che avrebbero il miglior indice di ottimismo e benessere d’Italia. Non è la prima volta che la Sardegna eccelle in questo particolare indicatore, visto che già nel 2012 aveva vinto Oristano, ma è la conferma di una qualità della vita che resta alta, nonostante disoccupazione, problemi economici e sociali in aumento negli ultimi anni. La ricerca è basata sull’indicatore iHappy, pubblicato in occasione della terza giornata mondiale della felicità indetta dall’ONU da VOICES from the Blogs, in un Ebook edito dal Corriere della Sera: Cagliari si piazza al primo posto (su 110 capoluoghi di provincia) con un indice di “felicità” del  67,4%, mentre al secondo posto troviamo Lecce (67,1%), seguita da Genova (già vincitrice un anno fa). Bene anche Parma (65,9%), che da tre anni di seguito si colloca nella top ten delle più felici.

Molto peggio le metropoli, con Milano ultima e Napoli penultima, precedute di poco da Latina, Pavia e Lodi. Ma quali sono le ragioni dell’umore di chi usa Twitter, il popolare social network di cui anche quest’anno sono stati analizzati oltre 40 milioni di messaggi? ad esempio il sole e il mare, fattori di cui la Sardegna è ricca: un altro aspetto importante è quello economico, visto che l’allegria di chi twitta è più alta di 4,2 punti il 27 del mese, giorno di paga per la maggior parte degli italiani. I picchi orari sono di prima mattina, quando ci si toglie il piacere del caffé e della colazione, con un crollo verso le 9, orario in cui moltissimi iniziano a lavorare. La felicità torna a salire a partire dalle 11 e tocca un massimo attorno alle 13:20, durante la pausa pranzo. L’umore crolla intorno alle 17, quando la stanchezza inizia a farsi sentire, e risale quando gli italiani iniziano ad uscire dal lavoro fino alle 18-18:30 circa, per poi abbassarsi di nuovo causa traffico per tornare a casa. Ma a Cagliari magari un tardo pomeriggio temperato con un vento di mare, può invogliare più che altrove a una passeggiata sul lungomare o a un aperitivo all’aperto in uno dei tanti locali cittadini.

Leggi anche