Nell'ultimo mese

COMUNALI: BEPPE GRILLO AD ASSEMINI

  • Scritto da Effe_Pi

Grillo ad AsseminiIl comico il 7 giugno alla frazione di Sant'Andrea in un comizio per il ballottaggio.

Beppe Grillo in Sardegna, il 7 giugno, per ottenere almeno una vittoria in questa tornata di elezioni amministrative, finora piuttosto deludente per il Movimento 5 Stelle. Il comico/politico sarà ad Assemini, unico comune sardo dove il suo candidato, Mario Puddu, ingegnere 40enne, è arrivato al ballottaggio e ha concrete possibilità di diventare sindaco. Il risultato del comune dell'hinterland cagliaritano diventa importante per il leader del M5S, che dopo una lunga serie di successi, dalle amministrative di Parma alle regionali in Sicilia fino alle politiche di febbraio, dove ha superato il 25% (8 milioni di voti), ha visto in queste comunali un netto calo rispetto al risultato di appena tre mesi fa.

Il comizio è quindi previsto per venerdì alle 21 nella frazione di Sant'Andrea, e dovrà servire a dare la spinta decisiva a Puddu nel ballottaggio che lo vede opposto al candidato unitario di centrosinistra, Luciano Casula. Nel primo turno, il candidato progressista ha raggiunto il 23,8%, mentre quello a cinque stelle è arrivato al 21,1%: decisive per il raggiungimento del ballottaggio da parte di Puddu le divisioni nel centrodestra, la cui principale candidata, Maria Carla Marras, si è fermata poco sotto il 20%. Proprio a questi voti, in primo luogo, dovrà puntare Beppe Grillo nel suo intervento/spettacolo ad Assemini, quindi è facile immaginare gli strali del comico contro Equitalia, i sindacati, i costi della politica in generale e altri bersagli classici che i cinque stelle condividono con la destra.

E' prevedibile per Grillo un successo in piazza, ma bisogna vedere se questo si tradurrà poi anche in una vittoria nelle urne. Lo storico leader socialista Pietro Nenni diceva che spesso a "piazze piene" corrispondono "urne vuote", ed è un po' quello che è successo al M5S in queste comunali, ad esempio a Roma, dove il comizio del leader a Piazza del Popolo è stato seguito da una folla notevole (a differenza degli altri comizi di chiusura) ma poi contando i voti il candidato a cinque stelle si è piazzato solo in terza posizione, restando escluso dal ballottaggio tra Ignazio Marino e Gianni Alemanno.

Leggi anche