Vacanze d’inverno? Quattro destinazioni da non perdere nel 2019

Pronti a partire per mete esotiche e destinazioni alternative per la vostra vacanza invernale 2019? Isole da sogno, antichi monumenti, sabbia bianca e itinerari spettacolari.

Alla ricerca del luogo perfetto in cui trascorrere le vostre vacanza d’inverno. Ecco quattro possibili destinazioni d'eccezione per questo inverno.

 

Isole Azzorre

Composto da nove isole, l’arcipelago delle Azzorre ha rappresentato per secoli un punto di appoggio per tutte le navi che si avventuravano nella vastità dell’Oceano Atlantico. Quello che più colpisce il viaggiatore, una volta giunto in questi luoghi, è la natura, incontaminata che contraddistingue il paesaggio selvaggio delle Azzorre. Gli appassionati di trekking e tour avventura avranno modo di percorrere sentieri nel fitto della foresta tropicale e avventurasi fino alle pendici di spettacolari montagne. Nelle isole di Flores e Corvo troverete impressionati falesie, coni vulcanici e pittoreschi mulini a vento. A São Miguel percorriamo stretti sentieri che attraversano l’unica piantagione di tè presente in Europa. Sull’isola di Santa Maria si trova Praia Formosa, una delle spiagge più belle dell’arcipelago. Mentre un punto di riferimento per chi è alla ricerca di storie di mare e pittoreschi personaggi è il Peter Cafè Sport sull’isola di Flores. Un luogo di ritrovo da molti considerato il bar più famoso di tutto l’Atlantico. Per i più festaioli consigliamo l’isola di Terceira dove si dice che non vi sia giorno in cui non svolga una festa.  

Uzbekistan

Un Paese che vanta una cultura millenaria e con un patrimonio storico e architettonico affascinante e misterioso. In Uzbekistan rivivono ancora tradizioni inalterate che hanno permeato questi luoghi in secoli di passaggi di mercanti e culture diverse lungo la rotta delle Via della Seta. Meta per eccellenza di un viaggio in Uzbekistan è l’antica città di Samarcanda. Gli imponenti monumenti fatti costruire da Tamerlano sopravvivono ancora oggi, eco di un passato lontano. E poi i bazar dai mille colori nel fascino eterno della sua Città Vecchia. La capitale Tashkent offre un colpo d’occhio unico su di un Paese a cavallo tra tradizione e modernità. Contadini vestiti in abiti tradizionali percorrono strade su cui svettano i nuovi palazzi in vetro. Nel centro della capitale fioriscono locali con specialità tipiche della cucina uzbeka e luoghi di divertimento con musica tradizionale. La città di Bukhara è il luogo più sacro di tutta l’Asia centrale. Il suo centro storico ancora oggi abitato non è cambiato di molto nel corso degli ultimi secoli. L’antica fortezza, il labirintico quartiere dei bazar e la piacevole tranquillità di piazza Lyabi-Hauz in cui riposare all’ombra di antichi gelsi.

Isola La Réunion

Un pezzetto di Francia nel bel mezzo dell’Oceano Indiano. L’isola de La Réunion stupisce per l’architettura coloniale delle sue ville di campagna e per una natura selvaggia e lussureggiante su cui svettano picchi vulcanici a due passi dal mare. Se siete in forma potete avventuravi verso la vetta del Piton Neiges, mentre i più coraggiosi troveranno spettacolare la vista del cratere del Piton de la Fournaise, un vulcano attivo il cui percorso è stato messo in sicurezza. Un viaggio nella foresta pluviale dell’isola ci conduce fino agli impressionanti canyon di Takamaka e al Trou de Fer, abisso in cui precipita una cascata di oltre 200 metri. La capitale Saint-Denis si presenta come una vivace cittadina con edifici coloniali e nelle cui strade abbondano i divertimenti. A partire da un casinò che in perfetto stile francese ospita al proprio interno la caratteristica roulette e altri giochi. Certo oggi non serve andare all’altro capo del mondo per mettersi al tavolo e giocare al vingt et un o alla roulette visto che piattaforme online come Unibet offrono in fatto di divertimento e varietà di giochi dal vivo tutto il coinvolgimento di un casinò terrestre; ma è comunque un modo divertente per trascorrere una serata. Altri potrebbero puntare invece su di una serata romantica nella spiaggia di Saint Paul (l’ex capitale dell’isola) dove alcuni raccontano che sia nascosto un favoloso tesoro dei pirati.

Zanzibar

Mare, mare e ancora mare! L'isola di Zanzibar è il luogo perfetto per chi vuole staccare la spina e concedersi una vacanza tra spiagge di sabbia bianca e calda acqua cristallina. Iniziamo dalla spiaggia di Nungwi dove potrete trascorre gran parte del tempo in mare, visto che questa parte della costa non è soggetta agli intensi fenomeni mareali di altre parti dell’isola. Qui l’acqua si ritira solo per qualche metro durante la giornata. A poca distanza quella di Kendwa raggiungibile percorrendo una stretta lingua di sabbia; marea permettendo. Alle vostre spalle l’ombra di imponenti palmeti e di fronte la barriera corallina che è possibile visitare a bordo delle tipiche imbarcazioni dell’isola. Se siete appassionati di diving non perdetevi un'escursione per l’isola di Mnemba. Un atollo di pochi chilometri quadrati nelle cui acque è possibile nuotare con tartarughe e delfini. Per chi invece è alla ricerca di solitudine e relax consigliamo l’isola incontaminata di Pemba, lontana dai principali flussi turistici dell’arcipelago di Zanzibar. E per finire uno spuntino a base di pescato locale lungo la spiaggia di Jambiani. Qui troverete un villaggio di pescatori che vi delizierà con le sue specialità di mare. 

Foto | Pixabay