Nell'ultimo mese

Parte la settimana del cavallo in Sardegna

  • Scritto da Effe_Pi

Cavalli corsaDa oggi fino a domenica la kermesse ippica di Tanca Regia, per rilanciare un'eccellenza sarda.

Un'occasione di rilancio per il settore dell'ippica, tradizionalmente uno di quelli sani dell'economia sarda. Parte oggi la Settimana del cavallo in Sardegna, a Tanca Regia, con in gara 110 puledri della produzione ippica isolana, fino a domenica 29. Si tratta di una delle principali eccellenze isolane, capace di imporsi in Italia e in Europa, ma la crisi degli ultimi anni ha ridotto del 60% l'allevamento. La settimana è organizzata nel Centro allevamento di Tanca Regia dall'Agenzia Agris e dal Dipartimento di ricerca per l'Incremento Ippico, e serve per ''rilanciare il comparto sia sotto il profilo sportivo che sotto quello commerciale, per ridare ossigeno all'allevamento, ecco perché abbiamo abbinato il Concorso di Completo al 51° Premio Regionale Sardo'', spiega il direttore di Agris Martino Muntoni.

Si inizia quindi domani, giornata dedicata alla scuderizzazione dei puledri. Le gare iniziano martedì 24, mentre mercoledì si disputerà la prova più spettacolare e attesa dal pubblico: il cross, dove il binomio cavaliere-cavallo si cimenta in un percorso tra le querce con ostacoli naturali. Il 51° Premio Regionale Sardo si aprirà giovedì con le prove di Obbedienza: venerdì verranno disputate anche quelle di Modello e Salto in Libertà. Il Premio Regionale è riservato a cavalli del 2010, nati ed allevati in Italia e iscritti al Registro Puledri dei libri genealogici del cavallo orientale, anglo-arabo e sella italiano e ai soggetti iscritti al registro sportivo Assi. Il direttore del Dipartimento di ricerca per l'Incremento Ippico della Sardegna, Raffaele Cherchi, ricorda come la Sardegna sia stata la prima ad avere un Premio regionale dedicato ai cavalli. ''Oggi i numeri sono più bassi - dice - 110 soggetti, ma sino a tre-quattro anni fa avevamo 240-250 puledri. La crisi drammatica che ha colpito l'allevamento ha scoraggiato i produttori, per la difficoltà di collocare i cavalli sul mercato". Si spera nell'aiuto della Regione, come è già successo con le 11 corse aggiuntive che ha finanziato di recente negli ippodromi sardi.



Leggi anche