Sant’Antioco racconta il Mediterraneo fino al 10 dicembre

  • Scritto da Alba

Sta per iniziare la tredicesima edizione di Passaggi d’Autore, una rassegna cinematografica dedicata al racconto del Mediterraneo attraverso lo strumento del cortometraggio. In che mondo viviamo e come lo stiamo plasmando. Da domani fino al 10 dicembre saranno presentanti sessanta film.

La rassegna Passaggi d’Autore si tiene dal 5 al 10 dicembre a Sant’Antioco. L’obiettivo è quello di raccontare il Mediterraneo, quindi di raccontare l’Italia ma anche la Spagna, la Turchia, la Francia, l Tunisia, la Croazia, la Bosnia Erzegovina, il Libano, la Grecia, il Marocco, Israele e la Slovenia. 

Nella conferenza stampa di presentazione dell’evento si è parlato di intreccio di culture ma anche del bisogno di raccontare come si mescolano tante realtà, come si affronta l’emigrazione e qual è il programma o il non programma per l’integrazione. Tra tutti i corti che sono arrivati alla giuria, sono stati selezionati quelli che hanno già ottenuto riconoscimenti internazionali e anche delle anteprime eccezionali. Le sezioni in concorso sono ben cinque: intrecci mediterranei, focus, eventi, corto-ambiente e web series.

LEGGI ANCHE | Cinema e libri: dalla Regione oltre 11 milioni di euro

Oltre alle proiezioni cinematografiche sono stati organizzati laboratori, eventi e altre attività che arricchiranno il festival e saranno rivolti al pubblico presente. Non mancherà il palcoscenico per registi, attori e produttori che vorranno raccontare la loro esperienza. Sicuramente merita una menzione particolare l’opera di Gabriele Gravagna realizzata in collaborazione con l’Unicef Italia. Il suo corto “Io sono qui” sarà proiettato il 7 dicembre e con il regista, a presentare la pellicola, ci saranno anche i tre piccoli protagonisti della storia vera che racconteranno come sono sopravvissuti alla migrazione.

Foto | Pixabay