Congo Week: a Cagliari stasera per spezzare il silenzio

  • Scritto da Effe_Pi

Iniziativa stasera al Centro di quartiere La Bottega dei sogni, con proiezione di un film sulla situazione nel paese africano e intervista all'attivista John Mpaliza.

Si parla del Congo stasera a Cagliari, nell’ambito della settimana dedicata al paese africano (la Congo Week appunto) dal sottotitolo esemplificativo “Breaking the silence”, visto che l’obiettivo di questa iniziativa, in contemporanea in tutto il mondo, è proprio quello di spezzare il silenzio intorno alla tragedia del popolo congolese, con milioni di vite perse negli ultimi decenni, celebrando al tempo stesso l’enorme potenziale umano e naturale che esiste in quel paese.
Stasera, quindi, dalle ore 19, alla Repubblica Democratica del Congo si dedicherà la Rete del Centro di quartiere La Bottega dei Sogni, organizzando una serata nella sede del Centro, a Cagliari in piazzetta Savoia n°4.

Alle ore 19.00 si svolgerà la presentazione della rete delle organizzazioni aderenti alla #CongoWeek e alle 19.30 verrà proiettato Virunga, film del 2014 scritto, prodotto e diretto da Orlando von Einsiedel. Il film si concentra sul lavoro di conservazione attuato delle guardie forestali del Parco nazionale di Virunga e sull'attività della società britannica Soco International, che, nell'aprile 2014, ha iniziato la ricerca del petrolio all'interno del parco, nonostante questo sia patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Acclamata universalmente dalla critica, la pellicola è stata candidata ai Premi Oscar 2015 nella categoria miglior documentario e ai premi BAFTA 2015 sempre nella stessa categoria.

Alle ore 21.00 verrà poi intervistato via Skype John Mpaliza, un ingegnere informatico di 45 anni nato a Bukavu, nella parte orientale della Repubblica Democratica Del Congo, e da 21 anni in Italia, di cui è diventato cittadino. Oggi John è diventato Peace Walking Man, un camminatore per la pace. Quest’anno la Congo Week cade in un momento delicatissimo per il futuro della R.D. del Congo dove, insieme alla gente, c’è il rischio che vengano massacrati anche i principi più elementari della democrazia. Aderiscono all'iniziativa: Associazione Efys Onlus, Studio Editoriale Typos, Cooperativa Il Giardino di Clara, Ciclofficina Sella del Diavolo, CoSas, Unione degli Studenti della Sardegna, Coordinamento universitario Link e Radio Onde Corte.

Leggi anche