Nell'ultimo mese

Tatuaggi dal mondo nel weekend a Quartu

  • Scritto da Effe_Pi

Il prossimo fine settimana all'Hotel Setar, in scena oltre 150 tra tatuatori e piercers per l'ottava edizione della Tattoo Convention Cagliari, con nomi famosi anche a livello internazionale.

I tatuaggi sono sempre più una moda e una tendenza, come si può vedere facilmente anche girando per le spiagge della Sardegna in questo caldo agosto. Rispetto a qualche anno fa, sono tantissimi i bagnanti (turisti ma anche sardi) tatuati nei modi più originali: anche per questo, diventano sempre più seguiti gli appuntamenti come la Tattoo Convention Cagliari, il primo evento dedicato all’arte tatuatoria nell’isola, che il prossimo weekend celebra la sua ottava edizione al centro congressi dell’Hotel Setar, sul litorale di Quartu Sant’Elena. Da venerdì a domenica 23, quindi, dalle quattro di pomeriggio fino a notte, sarà possibile ammirare il lavoro di oltre 150 tra tatuatori e piercers, specializzati nell’arte del corpo.

Molti i nomi noti del settore, come Andrea Pallocchini, Fabio Gargiulo, Pietro 'P-ink' Romano, Roberto Marchetto, Pierluigi Deliperi e gli stranieri Deno, Nick Corbett, Scott Ellis, Yang Li. Molto atteso il tedesco Mirko Linke, specializzato nella tecnica giapponese del tebori, le bacchette in legno usate anticamente in Oriente per i tatuaggi. Gli ospiti potranno partecipare al Tattoo Contest, che premierà i tatuaggi più belli realizzati nelle cinque categorie del realistico, figurativo, giapponese, tribale e traditional: una vetrina importante, che mostra il meglio delle creazioni artistiche dei tatuatori nazionali e internazionali e riflette stili, tendenze, abilità e tecniche all'avanguardia.

È facile prevedere, vista anche la vicinanza con la frequentatissima spiaggia del Poetto, una notevole affluenza da parte dei tanti che vorranno tatuarsi in un contesto non “a rischio”, assistendo anche ad una serie di spettacoli, da quelli di magia al body painting alle coreografie, fino ai concerti di vari generi musicali previsti nelle tre serate, dal rock del venerdì all’hip hop di sabato sera. Insomma, un modo per gli appassionati di seguire le ultime tendenze e incontrare alcuni dei massimi esponenti internazionali del mondo dei tattoo, e per tutti gli altri di entrare in contatto e confidenza con una realtà sempre più importante, nel costume delle società occidentali del 21esimo secolo.

Leggi anche