Nell'ultimo mese

Addio a Giovannino Giordo: ha cantato Sassari

  • Scritto da Effe_Pi

Sassari culturaIl più popolare degli autori folk sassaresi è scomparso nei giorni scorsi all'età di 70 anni: al suo funerale più 3mila persone, a ricordare uno di massimi interpreti dello spirito di Sassari anche il sindaco Nicola Sanna.

Sassari è una città particolare, col suo dialetto difficilmente comprensibile anche ai sardi, la sua anima cosiddetta “cionfraiola” e un’ironia del tutto originale. Questo spirito ha avuto forse il suo massimo cantore in Giovannino Giordo, che è morto nei giorni scorsi e il cui funerale è stato seguito da più di tremila sassaresi, a dimostrazione dell’affetto della città nei suoi confronti. Giordo, considerato il “Re” della canzone folk sassarese, per canzoni come l'Argentiera, Ammentu di Mamma, l'Euro Macchini, Pozzu di Bidda, Canta Canta, Li Campani di Santa Maria, Lu Zarrettu e tantissime altre, non era forse quello che in modo canonico si definirebbe un grande autore, ma le sue strofe spiegano parecchio della sassaresità e il loro ascolto è diffuso in città da decenni.

Non è un caso che anche le istituzioni cittadine abbiano deciso di celebrarlo come ha fatto in massa la popolazione, con il presidente del consiglio comunale, Antonio Piu, che ha parlato di “un artista che fa parte della cultura della nostra città e attraverso la sua arte, la musica, ha cercato di descrivere nel modo migliore i cittadini e la città”. A parlare del cantante folk anche il primo cittadino, Nicola Sanna, che ha ricordato come Giordo abbia cantato “momenti curiosi, più o meno drammatici, irriverenti con testi che hanno preso anche di mira anche protagonisti di quest'aula, citati nelle sue canzoni. Credo di interpretare il sentimento di tutti i sassaresi – ha proseguito il sindaco – nel ricordare questa figura di un rappresentante della musica sassarese. Una musica che non ha granché di storico in termini secolari, comunque ha saputo interpretare questi tempi moderni dove quell'anima sassarese è stata elevata ad arte musicale popolare. La sua scomparsa ha destato notevole sorpresa anche per la sua relativa giovane età (aveva 70 anni, Ndr). Credo quindi sia giusto ricordare un sassarese che è stato parte della vita di molti di noi”, ha concluso Sanna. E per ricordarlo anche noi, ecco qui sotto un video con uno dei suoi maggiori successi,che meriterebbero maggior ascolto anche fuori da Sassari, dialetto permettendo.

Leggi anche