Nell'ultimo mese

Regione: ancora fumata nera per i nuovi eletti

  • Scritto da Effe_Pi

Consiglio regionale SardegnaIn corso gli ultimi controlli a quasi un mese dalle elezioni: i nomi ufficiali del consiglio regionale non prima del 12.

Ancora un incredibile ritardo nella proclamazione degli eletti al Consiglio regionale della Sardegna. A quasi un mese dalle elezioni del 16 febbraio, ancora non si conoscono ufficialmente i nomi dei consiglieri e non è quindi possibile al governatore eletto, Francesco Pigliaru, di formare la giunta, con Cappellacci che continua a governare in “ordinaria amministrazione”, anche se le ultime delibere contengono 115 milioni di euro di finanziamenti alle Asl e nomine di manager che non sembrano esattamente irrilevanti.

L’isola avrebbe quindi urgente bisogno di un nuovo governo, ma oggi c’è stato un nuovo rinvio, per cui la composizione del consiglio non si conoscerà prima di mercoledì 12 marzo. All'ufficio regionale elettorale della Corte d'Appello di Cagliari si stanno infatti effettuando le ultime verifiche sulle schede ed i verbali della Circoscrizione di Sassari e poi si potrà procedere alla convalida degli scrutini e degli eletti, compreso il neo governatore.

Nel frattempo si tratta ancora sulla composizione della Giunta regionale fra i vari partiti che compongono la coalizione. Ieri il faccia a faccia interno tra le varie correnti del Pd, con la richiesta delle minoranze di poter avere una rappresentanza ciascuna nella squadra di governo ipotizzando, in caso contrario, l'appoggio esterno di tutto il partito. La proposta, però, è stata bocciata e ora occorrerà capire quale sarà la loro decisione. Inoltre non è stata ancora confermata la riunione fra i Democratici e Pigliaru, già fissata per domani. Intanto, mentre continuano a circolare sempre gli stessi nomi per la prossima Giunta, tra i quali quelli dei due docenti universitari Raffaele Paci e Massimo Deiana, spunta anche il nome di Claudia Firino in rappresentanza di Sel.

Leggi anche