La rivoluzione eco del surf parte dalla Sardegna

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Nascono ad Alghero le nuove tavole eco-friendly dal progetto Alterego per cimentarsi con le onde, con un’anima in sughero.

Flessibilità, performance, affidabilità: sono queste le caratteristiche che deve avere una perfetta tavola da surf e ad Alghero c’è un’azienda che è riuscita a coniugare queste caratteristiche imprescindibili con la creazione di un prodotto eco-green, ecologico, che rispetta l’ambiente e il mare.

Alterego è la start-up che produce queste tavole da surf con un’anima in sughero prodotte interamente nella Riviera del Corallo con materiali avanzati a chilometro zero, completamente ecosostenibile senza rinunciare alle elevate performance fondamentali per avere un’ottima resa sportiva. Le tavole sono create a partire da pani in EPs, polistirene espanso sinterizzato i cui scarti in azienda sono riciclati per oltre l’ottanta per cento. Ogni tavola viene laminata con una bio-resina mentre le sue strutture portanti sono costruite con il sughero acquistato in Gallura.

 L’azienda, nata nel 2017, ha sede nella zona industriale di Alghero, a dieci minuti dalle spiagge della città e i suo team è composto da giovani sardi con solide esperienze professionali tra i quali, come ricorda Alessandro Danese, general manager di Alterego, figurano sportivi ed esperti del settore: “Michele Piga, esperto di laminazione con un background professionale nel settore degli yacht, le tavole vengono testate in acqua continuamente da Giovanni Cossu, uno degli atleti più forti della Sardegna, da Andrea Costa, giovane agonista ligure che partecipa al campionato italiano, e dal kitesurfer Fabrizio Piga, anche lui impegnato nel tour italiano. Una parte fondamentale della ricerca è stata affidata a Luca Oggiano, ingegnere che si divide tra la Norvegia e l’Australia”.

I riconoscimenti per la factory di Alghero hanno fatto presto ad arrivare. L’azienda infatti è stata selezionata come finalista nella sezione Innovazione Blu del Premio Costa Smeralda 2019 e le tavole Alterego sono disponibili su misura dal sito internet alteregosurf.com e presto lo saranno anche nei migliori surf shop e negozi specializzati d’Europa.  

Ma non finisce qui perché la vision aziendale è molto più ampia. Si punta a far crescere l’azienda non solo nel mercato italiano ma anche estero, puntando ai surfisti dell’oceano e dimostrando che si può fare azienda cambiando il modello produttivo, utilizzando materiali meno inquinanti e il più possibile rispettosi dell’ambiente. Come sottolinea ancora Danese: “Lo meritano i surfisti e lo meritano soprattutto il mare, l’oceano, le nostre spiagge e le nostre coste. I luoghi che i surfisti amano e frequentano intensamente, e che noi tutti abbiamo il dovere di preservare”.

Il prossimo obiettivo? Riuscire a produrre una tavola da surf cento per cento riciclabile.

FOTO| Giulia Mameli