Decreto sicurezza: shitstorm su Facebook contro sindaco di Alghero

  • Scritto da Effe_Pi

Attacchi pesanti sui social contro il primo cittadino che si era schierato contro la norma voluta da Salvini, lui: li denuncio.

Sono un concentrato di odio, insulti e risentimento gli attacchi via social contro Mario Bruno, sindaco di Alghero, il primo in Sardegna a dichiararsi contro le misure del cosiddetto 'decreto sicurezza'. Gli hater si sono scatenati sul profilo del consigliere comunale algherese Michele Pais, coordinatore della Lega per gli Enti locali in Sardegna, che lo scorso fine settimana aveva pubblicato un post, con foto, per attaccare Bruno: "Il sindaco di Alghero non ha fatto niente per gli algheresi ma pensa ai clandestini".

LEGGI ANCHE | Terremoto: la solidarietà dei migranti al tempo dell'odio

E giù una valanga di ingiurie irripetibili firmate da alcuni dei contatti Facebook di Pais. I meno aggressivi gli hanno dato del "buffone" e del "bastardo", altri hanno accusato Bruno di essere un "traditore del popolo".     Sul suo profilo il sindaco ha pubblicato gli screenshot di tutti i violentissimi epiteti di cui è stato bersaglio e ha annunciato che denuncerà i responsabili. "Tolto il tappo. Sdoganata la cattiveria", ha commentato il sindaco. "Non lo dico per me, ma per renderci conto di dove stiamo andando se non si mette un argine democratico e culturale".   

In tanti gli hanno tributato solidarietà, incluso il sindaco di Ozieri, Marco Murgia. "Mi ha colpito il suo commento", osserva Bruno: "'Post e commenti di una violenza che superano per gravità gli ultimi episodi in Goceano'", ha scritto Murgia, con riferimento ai recenti atti intimidatori contro le amministrazioni locali nel territorio del Nord Sardegna. "Denuncerò. Non posso non farlo", annuncia Bruno ai suoi contatti. "Li denuncerò, uno a uno. Tutti. Non per me, ma per chi, come me, resiste. E siete voi. E siete in tanti". Nella tarda mattinata gli ha risposto il leghista Pais, dalla cui pagina, nel frattempo, sono scomparsi post e commenti degli hater. "Premessa la condanna di ogni forma di violenza anche verbale (la mia storia personale parla chiaro!), il Sindaco smetta di fare la vittima e faccia il Sindaco", scrive il consigliere comunale leghista con l'hashtag #iostoconsalvini. "Esca da Facebook, stia tra la gente, e si occupi di ben amministrare la sua comunità". Secondo Pais, alcune delle critiche Bruno si è attirato "sono di certo, sbagliate nei modi ma esprimono un evidente disagio sociale che abbiamo il dovere di ascoltare".

Foto | Mario Bruno via Facebook il post del dirigente leghista contro il sindaco