Educational Tour Gallura per scoprire cosa c'è oltre il mare

  • Scritto da Roberto Roby Rossi

lovandina Educational Tour Gallura

L’Associazione Culturale Gallura Turismo, all’interno del programma inverno 2017/18, promuove il progetto “Educational Tour Gallura” per scoprire la Gallura oltre il mare.

L’Associazione Culturale Gallura Turismo, all’interno del programma inverno 2017/18, promuove il progetto “Educational Tour Gallura”.

Si tratta di una serie di appuntamenti che vedono come protagonisti i siti storici ed archeologici, musei, edifici religiosi, monumenti antichi e naturali ed altre attrazioni del territorio. Il progetto nasce con lo scopo di creare sinergie tra gli operatori del territorio, favorire una attiva cooperazione tra le parti pubblico e privati, avviare trattative e stringere accordi con TO, ottenere visibilità sui media locali, nazionali ed internazionali, non per ultimo avvicinare gli operatori del territorio ad una migliore e diretta conoscenza delle emergenze storico culturali ambientali della Gallura.

LEGGI ANCHE | Tassa di soggiorno tra critiche e polemiche

Educational Tour Gallura si apre quindi a tutti quei soggetti che nel turismo esercitano la propria professione, direttamente o indirettamente, offrendo loro l’opportunità di un incontro che, in poche ore, consente un aggiornamento ed un approfondimento della proposta turistica del territorio. Le guide chiamate alla visita dei vari siti sono i rappresentanti stessi delle associazioni e cooperative locali che gestiscono tali emergenze, coloro cioè che sono parte fondamentale dell’offerta turistica della Gallura.

Il calendario prevede 7 date fissate nelle mattinate del sabato, nei mesi tra dicembre e febbraio – spiega Luigi Scarone presidente di Gallura Turismo – ed il ritrovo è per le 9,30 per una visita che si sviluppa nell'arco della mattinata”. In circa 4 ore, quindi, si andrà a scoprire la Gallura meno nota, quella che parla di storia e di popoli nell'antichità, patrimonio di grande significato che apre le porte a quel turismo ambito dalle località costiere, quello cosiddetto dell'altra stagione.

Ogni appuntamento termina con una degustazione di vini galluresi – precisa Umberto Reimbelli cofondatore di Gallura Turismo e proprietario del Ristoratore S'Andira di Santa Teresa - offerti dalle cantine partner del progetto, Tenuta Muscazega di Luras e Muto di Gallura di Aggius”. In totale autonomia si raggiungono le mete dalle quali partono le visite guidate che sono completamente gratuite e dettagliate, allo scopo di offrire ai partecipanti operatori del turismo, la necessaria conoscenza perchè possano, a loro volta, essere portatori delle eccellenze del territorio verso i propri ospiti.

L'Educational Tour Gallura è l'ultimo dei progetti portati a compimento dall'associazione Gallura Turismo che, in poco più di un anno di vita, è riuscita a confezionare una serie di importanti iniziative, a partire dalla presenza sulle fiere del turismo in Italia e all'estero, per continuare con la tracciatura di sentieri per favorire il Turismo delle escursioni, per giungere alla costruzione di pacchetti turistici comprensivi di visita ai siti e cantine della Gallura. “E' il risultato portato dalle sinergie e dal “fare sistema - sono le parole di Luigi Scaroneormai imprescindibile in un mercato sempre più competitivo dove la preparazione e la professionalità dei singoli sono elementi indispensabili, poichè non basta più il mare, seppur bellissimo, e le incantevoli spiagge, ma c'è bisogno di proporsi, di offrire e di andare noi verso il cliente, perchè oggi il mercato è cambiato enormemente”. Educational Tour è quindi anche un modo per favorire la conoscenza tra operatori e strutture ed attivare quel meccanismo di cooperazione e collaborazione che sono le basi di una buona organizzazione.

L’augurio dell'associazione è che sia anche un buon viatico per stringere accordi diretti tra operatori e TO. L’iniziativa è completamente gratuita, grazie anche alla disponibilità delle associazioni e cooperative che gestiscono i siti che si andranno a visitare. Ad ogni tappa i rappresentanti di Gallura Turismo, il presidente Luigi Scarone e il Vice e addetto stampa Roberto Rossi, saranno presenti per informare circa sviluppi e novità dell’associazione.

programma di Dicembre

La prima data è quella di Arzachena il 9 dicembre alle ore 9,30, presso il Museo dell’Età Nuragica Labenur, per poi andare alla scoperta dei principali siti archeologici della zona. L’Associazione Anemos, che gestisce la struttura, accoglierà i visitatori per illustrare il Museo con i suoi contenuti ed organizzerà una demo per la lavorazione della ceramica, dopodichè accompagnerà in visita alla tomba dei giganti di Coddu Ecchju e al complesso nuragico di La Prisgiona. La mattinata terminerà con un brindisi con vini rigorosamente galluresi, offerto da Gallura Turismo.

Palau è teatro della seconda tappa in calendario, sabato 13 dicembre ore 9,30 alla Roccia dell’Orso, con visita guidata organizzata da Itinere, società che da oltre un decennio gestisce il sito, insieme alla Fortezza di Monte Altura successiva tappa della mattinata che si chiuderà con la visita al Museo Archeologico. La Tenuta Muscazega di Luras sarà protagonista della degustazione a fine mattinata, con i suoi ottimi vini Vermentino e Nebbiolo.

Ultima tappa di dicembre dell’Educational Tour è sabato 23 a Santa Teresa Gallura dove la cooperativa Cooltour Gallura accompagnerà in visita al Complesso nuragico di Lu Brandali per poi raggiungere la Torre di Longonsardo dove, al termine del percorso, si degusteranno i vini del Muto di Gallura di Aggius tra i quali l’eccellente Lungoni, per un cin cin che è anche, inevitabilmente, di Buon Natale.

Roberto Rossi