Nell'ultimo mese

Ambiente: seminate in Sardegna 16mila ghiande

  • Scritto da Effe_Pi

SugheretaA San Gregorio (Sinnai), lo hanno fatto oltre 100 volontari organizzati dall'associazione "'L'uomo che pianta gli alberi".

Una giornata in mezzo alla natura, per ripopolare di piante la Sardegna. L'ha organizzata lo scorso 25 gennaio l'associazione "L'uomo che pianta gli alberi", che sabato scorso ha portato oltre 100 volontari nella zona di San Gregorio, frazione di Sinnai, dove sono state seminate 16mila ghiande di leccio e sughero e lanciate mille palline di argilla, per moltiplicare gli alberi nell'isola. I promotori dell'iniziativa, che dicono di essersi ispirati nel nome al "fantastico libro di Jean Giono l’uomo che piantava gli alberi, che abbiamo voluto trasformare al presente perché è nel presente che vogliamo piantare alberi", hanno ringraziato per la "bellissima" collaborazione tutti i partecipanti, che dopo aver raccolto nei giorni precedenti la ghiande per la semina hanno poi fatto gruppo sentendosi "uniti tutti da un unico scopo". Sembra che finalmente sia subentrando anche nei comuni cittadini la consapevolezza di far qualcosa per l'ambiente, senza lasciare tutto in mano alle istituzioni o ai gruppi ecologisti, ed è sicuramente una buona notizia che questo accada in Sardegna, regione tra le più ricche dal punto di vista naturalistico ma anche tra le più colpite da varie tipologie di scempio ambientale.

"Mentre camminavamo per raggiungere il posto da seminare - proseguono gli organizzatori - una sensazione meravigliosa di abbondanza e di profumo di natura ci pervadeva e ci dava una grande gioia, anche per l'abbondanza di acqua che scendeva dai monti in tanti rigagnoli. La terra era bagnata e pronta ad accogliere le ghiande, che hanno trovato la situazione ideale per poter crescere. Tutti quanti ci siamo dati appuntamento sul luogo tra tanti anni, per godere dell'ombra di quelle che un domani diventeranno querce meravigliose". La notizia è stata riportata dal periodico ambientalista "Terra Nuova", che viene pubblicato da 37 anni in "100 pagine in carta riciclata al 100%, oltre 23.000 copie mensili, 10.000 abbonati". Sono i numeri di questa rivista, "che dal 1977 costituisce uno strumento insostituibile di controinformazione per chi vuole cambiare in meglio la propria vita".

Leggi anche