Commessa sarda malata: i colleghi le donano le ferie

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

È successo al Conad di Sassari ad una donna ammalata di tumore.

Gara di solidarietà a Sassari, dove una donna di 50 anni di Sassari, impiegata alla Conad della città, ha ricevuto un grande regalo da parte dei colleghi che le hanno donato un periodo di assenza dal lavoro che le servirà per continuare le cure. È stato possibile grazie a un’intesa siglata sulla cessione volontaria delle ferie, nata da un accordo sperimentale tra il supermercato sassarese e il sindacato. La donna infatti un anno fa aveva scoperto di avere un tumore al seno ed aveva utilizzato tutte le sue ferie per sottoporsi ad analisi, visite e iniziare la terapia. Se i colleghi non avessero donato le loro ferie, la donna avrebbe dovuto necessariamente richiedere un periodo di aspettativa senza percepire lo stipendio.

Non è la prima volta che, in occasioni simili, i colleghi si mobilitano per aiutare uno di loro che si trova in difficoltà. Era già successo questa estate ad una donna che aveva ricevuto in dono dai colleghi delle giornate di ferie per dedicarsi alle cure del figlio disabile, e ad un’altra signora della provincia di Bologna che aveva ricevuto due mesi di ferie in dono dai colleghi per curarsi. Mentre è di pochi giorni fa la storia di Andrea Maccioni, che perse la sorella e due nipotini nella strage di Viareggio e che è stato aiutato dai colleghi che gli hanno regalato delle ferie per poter seguire le udienze del processo.

LEGGI ANCHE| Salute mammaria: tre breast unit in Sardegna

In Italia, le cosiddette “ferie solidali” sono state introdotte dal Jobs Act nel 2015 e sono una norma ispirata alla legge Mathis, una legge francese del 2014. I lavoratori possono cedere le loro ferie o i loro permessi non goduti ad un collega in difficoltà senza poi pretendere dall’azienda di riaverli indietro. In questo modo i lavoratori che hanno bisogno di giorni supplementari di ferie o di permessi per motivi importanti possono godere di giornate di assenza retribuite. Secondo quanto stabilisce la legge, le ferie solidali si possono donare a colleghi che devono assistere un parente malato o che siano essi stessi malati, o che abbiano figli minorenni in gravi condizioni di salute e che necessitano di cure e assistenza. La definizione delle condizioni e delle modalità per donare o ricevere ferie dipende dai contratti collettivi di lavoro sottoscritti dai più grandi sindacati nazionali.

FOTO| Pixabay