Nell'ultimo mese

Province: Il Tar boccia la regione su Cagliari

  • Scritto da Effe_Pi

Tar SardegnaIl Tribunale amministrativo boccia la Giunta Cappellacci: ha violato lo Statuto sugli enti locali.

Il Tar (Tribunale amministrativo regionale) della Sardegna boccia il commissariamento delle province dell'isola deciso nei mesi scorsi dalla Giunta Cappellacci: avrebbe violato lo Statuto della Sardegna. Nell'ordinanza con la quale rinvia gli atti del ricorso contro il provvedimento della Regione alla Corte costituzionale, il giudice amministrativo evidenzia infatti i profili di illegittimità ravvisati nella legge che ha cancellato gli enti locali. "E' pur vero che la Regione Sardegna dispone di competenza legislativa esclusiva in materia di ordinamento degli enti locali", scrive il Tar di Cagliari, "tuttavia tale competenza legislativa esclusiva della Regione incontra pur sempre i limiti previsti in via generale per questo tipo di funzione, rappresentati, tra l'altro, dalle norme della Costituzione (e delle altre leggi di rango costituzionale), dai principi fondamentali dell'ordinamento della Repubblica e dalla norme statali di riforma economico-sociale, come espressamente prevede lo stesso art. 3, prima parte, dello Statuto speciale".

Per il Tar la Regione non avrebbe potuto commissariare, in particolare, la provincia di Cagliari e lo evidenzia nell'ordinanza dove si legge che "in sostanza la scelta della Regione ... sino all'approvazione di una 'riforma organica dell'ordinamento degli enti locali' (tra l'altro già ripetutamente rinviata, quanto meno a partire dalla l.r. 7 ottobre 2005, n. 13, con cui la Regione già si era 'impegnata' in tal senso) assume in concreto i connotati di una 'abolizione larvata', per mano di una fonte a ciò non autorizzata". Forte di questa valutazione, il legale dei consiglieri provinciali che hanno fatto ricorso - l'avvocato Giuseppe Andreozzi - si prepara a presentare una richiesta di sospensiva del commissariamento.

Leggi anche