Zedda: dietro la metropolitana leggera c’è speculazione edilizia

  • Scritto da Effe_Pi

Il sindaco di Cagliari all’attacco del progetto che sarebbe “funzionale a costruire” nuovi edifici e ricorderebbe l’autostrada di Capaci.

Sulla metropolitana leggera “si sta praticando il più grande progetto di speculazione edilizia in corso a Cagliari". Lo ha denunciato il sindaco Massimo Zedda, intervenuto oggi ad un confronto con il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, in occasione di un convegno organizzato dal Campo Progressista Sardegna. "L'ho già detto al presidente della Regione, Francesco Pigliaru - ha aggiunto Zedda - una metro leggera che passa dove non è possibile mettere alcunché, anzi bisognerebbe togliere ciò che c'è a causa del rischio dissesto idrogeologico, e che poi passa in mezzo alle campagne, non è un progetto di trasporto di persone per connettere Quartu a Cagliari”.

LEGGI ANCHE | Comunali 2016: solo Zedda resiste all'antipolitica

Sarebbe invece, attacca il primo cittadino, “un progetto di speculazione edilizia, funzionale al fatto che un domani lì si potrà costruire, perché una volta che ci costruisci la metropolitana, allora ci devi mettere qualcuno ad abitare,altrimenti chi trasporta?". Zedda ricorda i 120 milioni di euro di denari pubblici stanziati: "L'unico percorso che ho visto che si snoda toccando stranamente proprietà è l'autostrada di Capaci che doveva sfiorare i terreni dei mafiosi - ha aggiunto tra gli applausi della platea del Teatro Massimo - Ma su questo io farò le barricate, l'ho già detto agli altri sindaci interessati, bisogna passare prima sul mio cadavere prima di spendere in questo modo 120 milioni di fondi pubblici".