Gli stipendi in regione? Roba da Paperoni sardi

  • Scritto da Effe_Pi

Resi pubblici i redditi dei consiglieri regionali dell’isola, il più ricco è il capogruppo sardista Angelo Carta, seguito dall’ex governatore Cappellacci.

Carta canta! E non è una dolce melodia… sul Bollettino Ufficiale della Regione Sardegna sono state pubblicate le situazioni patrimoniali dei consiglieri regionali. Si tratta di una fotografia scattata tenendo conto dei redditi dichiarati nel 2015 e nel 2016. Ma chi sono i Paperoni sardi?

Sul primo gradino del podio troviamo Angelo Carta, capogruppo del Psd’Az con i suoi 163.000 l’anno. Medaglia d’argento per il coordinatore regionale di Forza Italia Ugo Cappellacci (160.000 euro). Al terzo posto anche una quota rosa: guadagna “soltanto” 158.000 euro l’anno la consigliera di Centro democratico Anna Maria Busia. Chissà cosa avrà pensato Pietro Pittalis, di Forza Italia, che per due anni ha guidato questa classifica e nell’ultimo bollettino si trova addirittura in settima posizione! Pittalis, con i suoi 129.560 euro non può ambire ad alcun riconoscimento, visto che da un anno all’altro ha perso il primo posto ed è stato superato da Attilio Dedoni (138.000 euro) il capogruppo dei Riformatori, da Giorgio Oppi (131.000 euro) consigliere dell’Udc e da Gianluigi Rubiu (130.714 euro) capogruppo Udc. Ai piedi della classifica invece Giovanni Satta (Uds), il più povero dei consiglieri, con i suoi 11.415 euro, Gianni Lampis del Fdi con 15.975 euro e Alfonso Marras con 16.065 euro. 

LEGGI ANCHE | Fondi regionali per il matrimonio del consigliere

Dopo questa panoramica sugli stipendi d’oro dei consiglieri sardi, non stupisce allora la notizia dell’ultim’ora relativa alle auto blu. Secondo un’indagine pubblicata da La Repubblica, il maggior numero di auto blu si rileva nei comuni e a guidare la la classifica c’è proprio un capoluogo sardo: Oristano. Qui ci sono 20 auto blu, come a dire – spiega Repubblica – 63,2 auto ogni 100 mila abitanti. Chissà che tra qualche anno nella classifica dei Paperoni sardi non troviamo anche il neosindaco o l’uscente

Foto | HaPe_Gera su Flickr

Leggi anche