IN Breve

Cagliari entra tra le città europee dello sport

  • Scritto da Effe_Pi

Il comune ha ricevuto oggi a Roma il premio assegnato dall'ACES che viene dato alle città che dimostrano la maggiore sensibilità sull'accesso allo sport per i loro cittadini.

Cagliari premiata come una delle città europee dello sport. Il premio viene consegnato oggi a Roma, oltre alla città sarda, per la categoria City, anche ad altre tre città italiane, vale a dire Aosta, Pesaro e Vicenza. Il riconoscimento arriva dalla segreteria generale della Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport (ACES): a rappresentare Cagliari, l'assessore allo Sport Yuri Marcialis, che partecipa quindi alla Cerimonia di consegna delle Benemerenze dello Sport europeo oggi nella capitale italiana, alla presenza del presidente Coni Giovanni Malagò, del presidente ANCI Antonio Decaro e del presidente ACES Europe - MSP Italia Gian Francesco Lupattelli. Inoltre, la settimana ventura, il prossimo 16 novembre, l’assessore cagliaritano prenderà parte al gran gala al Parlamento Europeo di Bruxelles.

“Sono onorato di partecipare alla cerimonia”, ha commentato con soddisfazione l'assessore Marcialis, con la consapevolezza che “è il primo passo di un cammino lungo e impegnativo che l'Amministrazione ha deciso di compiere per fare di Cagliari una città degli sport, con l'ambizione di sensibilizzare quanti più cittadini possibile che lo sport e dell’attività fisica in generale è una risorsa per il benessere psico-fisico della persona e per una maggiore integrazione socio-culturale”. Lo sport, praticato e seguito “da un pubblico sempre maggiore”, ha concluso il rappresentante della Giunta Zedda facendo riferimento anche alle caratteristiche climatiche e ambientali particolarmente favorevoli del territorio, “non può più essere considerato soltanto attività per il tempo libero, ma ha un ruolo ben più importante, perché contribuisce a realizzare una comunità più solidale e prospera, improntata ai valori di pace e tolleranza reciproca”.

Per entrare tra le città vincitrici, Cagliari ha dovuto seguire una lunga procedura che ha visto i rappresentanti di ACES visitare le strutture sportive della città, con schede fornite dal comune sui dettagli degli impianti, dalle caratteristiche  strutturali al numero di persone che vi praticano sport nell’anno,  accesso ai mezzi pubblici, organizzazione di eventi sportivi di carattere locale, nazionale o internazionale. Uno degli impianti da visitare è stato deciso dalla Giunta direttiva dell’organizzazione e gli altri dal comune, che ha poi anche dovuto difendere la sua candidatura, rappresentando ai membri del Comitato i punti salienti della stessa, come i principali impianti sportivi, le associazioni e le organizzazioni sportive, il programma politico da un punto di vista sportivo.

Leggi anche