La strage dei delfini sulle coste della Sardegna

  • Scritto da Effe_Pi

Già quattro esemplari trovati morti da inizio anno, l’ultimo a Cabras, probabilmente per patologie create da parassiti di questi mammiferi.

Ancora un delfino morto in Sardegna. Un esemplare femmina di Stenella striata è stato scoperto dal Corpo forestale sulla spiaggia di Su Bardoni aCabras. Sul posto sono subito intervenuti gli esperti del Cres, il centro di recupero del Sinis delle tartarughe e dei mammiferi marini che hanno analizzato la carcassa del delfino. L'esemplare era in buono stato di conservazione anche se riportava le abrasioni relative allo spiaggiamento.

Non sono state trovate ferite riconducibili ad attrezzature da pesca o imbarcazioni. Sono state registrate tutte le misure biometriche e sono state scattate foto dettagliate. Al momento per le cause della morte si ipotizza che siano riconducibili a gravi patologie tipiche di questi mammiferi (morbillivirus oparassitosi).

LEGGI ANCHE | Registratori 3D sulle coste sarde per monitorare i cetacei 

"L'analisi necroscopica ha rivelato una ingente presenza del cestode 'Monorygma grimaldii' e lo stomaco completamente vuoto - spiegano gli esperti del Cres - sintomo del fatto che l'animale non si alimentava da tempo. Ulteriori informazioni sulle cause della morte del delfino potranno arrivare dagli esami dei tessuti che svolgerà l'Istituto zooprofilattico di Oristano. Questo è il quarto delfino morto e trovato in spiaggia in Sardegna dall'inizio dell'anno. Gli altri casi si erano registrati a La Maddalena, Cabras e Tertenia.

Foto | Kelly J McKiernan su Flickr