Reddito di cittadinanza: lo chiederà il 15% dei sardi

  • Scritto da Effe_Pi

Quelle dell’isola sono tra le province con più richiedenti in percentuale, il Medio Campidano sarebbe la più “bisognosa”, la Gallura quella con meno beneficiari.

Sono 107 mila le famiglie sarde potenziali beneficiarie del reddito di cittadinanza che dovrebbe essere destinato alle famiglie con un Isee fino a 9.360 euro all'anno. Rispetto al numero complessivo di famiglie residenti in Sardegna si tratta del 14,8% (il 4,2% rispetto alle oltre 2,5milioni di famiglie italiane interessate al provvedimento).

LEGGI ANCHE | Reddito minimo: in Sardegna da 200 a 500 euro al mese

I dati emergono da un'indagine pubblicata dal quotidiano "IlSole 24 Ore".  Su base provinciale, ben cinque territori (ex province regionali) - il Medio Campidano con 7.500 famiglie, 18,6%), il Sulcis (con 9.200, 16,8%), l'Ogliastra (con 4.000, 15,3%), il sassarese (con 22.400, 15,2%) e l'Oristanese (con 10.400, 15,2%) - rientrano tra le prime venti province nelle quali è più alta la percentuale di famiglie interessate, rispetto ai residenti della regione.  Seguono il territorio di Cagliari con 35.400 famiglie (14,5%), il Nuorese con 9.700 (14,4) e infine la Gallura con8.500 famiglie (11,5%).

A livello nazionale le province più bisognose che fanno “peggio” di quelle sarde, almeno in percentuale, sono Crotone (col 27,9% delle famiglie residenti); Napoli (20,6% e qui c’è anche il record: sarebbero 230mila le famiglie beneficiarie); Palermo (20,5%) e Caltanissetta (19,8%). Tutte al Sud mentre nel centro Nord ci sono tutte le zone che avrebbero meno richiedenti, da Monza e Brianza (5,5% delle famiglie); Treviso (5,1%); Varese (5,1%); Lecco (4,9%); Como (4,3%); Trento (3,9%); Verbano Cusio Ossola (3,5%); Belluno (3,3%); Sondrio (3,3%) e ultima Bolzano con appena il 2,3%.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain