Ora in Sardegna rubano anche i sassi, proposto daspo ambientale

  • Scritto da Effe_Pi

Scoperto a Olbia un pick up con 30 chili di pietre provenienti dal fondale sardo, intanto il Wwf propone un “daspo” per i turisti incivili.

Ora dalla Sardegna si rubano anche i sassi che si trovano sul fondo del mare. Ieri, Gli agenti della Security dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna hanno rinvenuto a Olbia, a bordo di un pick up in imbarco per Civitavecchia, circa trenta chili di sassi prelevati dalle spiagge e dal fondale marino. Il furto, ad opera di una coppia di romani, è stato immediatamente segnalato all’Autorità Marittima e al Corpo Forestale. Questo è il quinto rinvenimento di sabbia, sassi e specie marine protette come le nacchere, registrato in appena due settimane al porto di Olbia dalla Security portuale.

LEGGI ANCHE | La sabbia sarda rubata è in vendita sul web

E intanto il Wwf sardo propine un daspo, sullo stile dei tifosi violenti, per il turista barbaro e predone che ha rovinato l’ambiente e non potrebbe più mettere piede in spiaggia. La proposta arriva dagli ambientalisti dopo l'escalation di "crimini" perpetrati sui litorali e i fondali marini dell'Isola. Tra gli ultimi - l'uccisione di una razza gravida davanti a centinaia di bagnanti sulla spiaggia di Cala Cipolla, un gioiello della costa sud occidentale - ha fatto inorridire non solo gli animalisti, ma anche residenti e turisti. 

Un fatto preceduto da un furto eclatante: il prelievo dall'area marina protetta di Villasimius di una nacchera di mare. Episodi di turismo esecrabile - attacca Carmelo Spada, delegato regionale Wwf - veri e propri crimini contro il patrimonio naturale: chiediamo il massimo della sanzione amministrativa, ma ancor di piu un daspo ambientale nei confronti di questi incivili perché vengano allontanati dall’isola, auspicando che una simile tipologia di turista non ci metta più piede. Per gli ultimi due episodi, l'associazione si costituirà parte civile negli eventuali processi. E certo non danno il buon esempio personaggi famosi come l’ex campione di volley Andrea Lucchetta, che da La Maddalena si è vantato su Instagram di aver organizzato “un acquario con 12 stelle marine, ricci di profondità e “gnacchere” (sic)”.

Foto | Arnaud Abadie su Flickr