Torture agli animali: record negativo in Sardegna

  • Scritto da Alba

In Italia gli animali abbandonati sono tanti, probabilmente troppi e il record negativo appartiene al sud e alle isole. In più, in Sardegna è stato scoperto un gregge completamente sgozzato. Possibile?

In questi ultimi anni la sensibilità rispetto alla salute degli animali è aumentata tantissimo. Eppure le statistiche riportate dall’associazione animalista Aidaa parlano chiaro: in Italia ogni tre minuti si abbandona un cane, un gatto o un cavallo. Spiega l’Aidaa: i dati ufficiali del 2016 parlano di 120 mila cani e 80 mila gatti abbandonati, cui bisogna aggiungere qualche migliaia di cavalli e tartarughe d’acqua. Molto più apprezzati, almeno in ambito domestico, i conigli da compagnia e i furetti. A livello giornaliero le statistiche preoccupano parecchio: 329 cani, 218 gatti e più di 20 cavalli quotidianamente sono lasciati al loro destino. Bisogna invertire assolutamente il trend ed impedire non soltanto gli abbandoni ma anche i maltrattamenti. 

LEGGI ANCHE | Malattie animali, accordo tra Corsica e Sardegna

La Sardegna, che purtroppo quanto ad abbandoni, ha un record negativo insieme al resto delle regioni del Sud e alla Sicilia, è anche teatro di una mattanza inconcepibile. Sono stati ritrovati nelle campagne di Ploaghe, 135 pecore e 4 cani-pastore sgozzati. Il loro pastore è introvabile e potrebbe essere l’autore del folle gesto. Sembra infatti che la cooperativa alla quale l’uomo vendeva il latte, da qualche tempo aveva deciso di non accogliere più i suoi prodotti. Al di là delle ragioni del rifiuto, che potrebbero essere soltanto commerciali, il pastore sembra sia “impazzito”. In realtà l’uomo era noto alle forze dell’ordine perché circa 20 anni fa era stato rinchiuso in un ospedale psichiatrico dpo aver tentato di uccidere un vicino di casa con il il fucile. Andranno avanti comunque le indagini della polizia locale e del corpo forestale.

Foto | Pixabay

Leggi anche