Nell'ultimo mese

A SANLURI SI CELEBRA SA BATTALLA

  • Scritto da Effe_Pi

Marghinotti battaglia SanluriDal 22 al 30 giugno il ricordo della battaglia nella quale gli aragonesi sconfissero i sardi.

Da domani fino al 30 giugno Sanluri torna a rievocare “Sa battalla” tra il Giudicato di Arborea e gli aragonesi, che si tenne sul suo territorio nel lontano 1409. La battaglia è quella che contrappose le truppe del Giudicato, guidate da Guglielmo III di Narbona-Bas, agli aragonesi di Martino il Giovane. La vittoria spagnola pose fine all'indipendenza sarda, e per l’isola fu l'inizio di un lungo medioevo, dopo le morti in pochi anni della Giudicessa Eleonora e del Giudice Mariano.

Lo scontro principale si svolse presso il Castello di Sanluri, mentre altri distaccamenti aragonesi avrebbero dovuto marciare verso ovest, al comando di Giovanni de Sena, nella direzione di Villa di Chiesa, importante centro dell'Iglesiente, e verso est al comando di Berengario Carroz, nei territori dell'Ogliastra e del Cixerri a conquistare il castello di Quirra. Dal 1997, quindi, il comune di Sanluri ha deciso di celebrare ogni due anni l’evento storico che pur avendo spento il sogno di indipendenza del popolo sardo, è essenziale per conoscere le cause dei ritardi storici dell’isola.

Tra gli altri appuntamenti previsti dalla settimana di celebrazioni, una serie di conferenze molto interessanti che riporteranno dritti nel mondo medievale, a Sardara e Las Plassas, i cui castelli, assieme a quello di Monte Arcuentu, formavano la cinta difensiva a protezione del confine sud del Giudicato di Arborea. Tra le novità di quest'anno Sa Battalledda, che vedrà protagonisti della rievocazione storica 180 tra bambini e ragazzi.

 

Leggi anche