Nell'ultimo mese

Lungomare chiuso: è scontro a Putzu Idu

  • Scritto da Effe_Pi

Chiusura Putzu IduLa sindaca uscente di San Vero Milis ha fatto chiudere al traffico il lungomare della località balneare dell'oristanese, ma c'è forte opposizione contro una decisione che rischia di compromettere la stagione estiva.

È scontro aperto sulla chiusura al traffico automobilistico del lungomare di Putzu Idu, la popolare località balneare della Marina di San Vero Milis, che da ieri mattina ha visto transennato l’abituale percorso venendo dal paese verso Mandriola e altre località come Sa Mesa Longa e Su Pallosu. La decisione presa per motivi ambientali dalla sindaca  Flavia Adele Murru, che dovrebbe essere definitiva visto che sotto la strada ci sarebbe quella che la prima cittadina ha definito una “duna mobile”, ha scatenato dure proteste dei comitati di cittadini, che ci vedono un’ingiustizia verso i residenti e un handicap per gli incassi dell’imminente stagione estiva. Peraltro, i problemi ambientali dell’area sono noti da tempo, ma a San Vero si chiedono come mai solo ora si decida di chiudere la strada, anche se la sindaca nella video intervista alla Rai che vedete sotto spiega che devono essere anche montati i nuovi chioschi in vista della stagione turistica.

In ogni caso, la giunta sanverese (che non si ricandida per le elezioni di fine maggio) da ieri ha reso la strada principale di Putzu Idu off limits per tutti i mezzi a motore, ambulanze comprese. Dopo aver scavato un solco nell'asfalto, infatti,  gli operai inviati dal Comune hanno sistemato quattro grossi blocchi di cemento armato all'inizio del lungomare, lasciando libero solo un varco di due metri scarsi in prossimità della duna di sabbia ricoperta da macchia mediterranea che nasconde la spiaggia. Alle operazioni di chiusura ha assistito un piccolo gruppo di manifestanti, che però è stato tenuto a bada dai carabinieri del paese e della Compagnia di Oristano, che già prima dell'alba avevano delimitato l'area interessata dai lavori per impedire che potesse ripetersi quanto era avvenuto lunedì. In quell’occasione, infatti, due disabili gravi avevano impedito materialmente agli operai di lavorare, sistemandosi davanti alla ruspa e sui blocchi di cemento.

Intanto, se la caverà con due giorni di cure una donna di 50 anni che è caduta sul lungomare durante la chiusura al traffico. Sostiene di essere stata spinta da uno dei carabinieri impegnati nel servizio d'ordine mentre raggiungeva Mandriola assieme ad un’amica. Il militare dice invece di averla solo invitata a spostarsi perché era troppo vicina a una ruspa in movimento. La donna è stata accompagnata dal 118 al Pronto Soccorso dell'Ospedale San Martino di Oristano, dove i medici hanno rilevato alcune contusioni e l'hanno rimandata a casa. E mentre i gruppi nati su Facebook contro l’operato della giunta paragonano la barriera che chiude il lungomare addirittura al Muro di Berlino, è stata già annunciata un’interrogazione parlamentare sulla vicenda del Movimento 5 stelle e l’unica cosa certa è che la nuova giunta in carica dall’inizio di giugno avrà subito una bella gatta da pelare, con un territorio già economicamente depresso che rischia di non poter utilizzare al meglio le sue ricchezze, che sono tali soprattutto nel periodo estivo. 

Leggi anche