Nell'ultimo mese

Crolla il pino secolare simbolo del Sulcis

  • Scritto da Effe_Pi

Pino FluminimaggioreLo storico albero di Fluminimaggiore, da tempo malato, è stato abbattuto dalle forti raffiche di vento di questi giorni registrate in tutta la Sardegna del sud.

Il simbolo di una Sardegna che negli ultimi anni, troppe volte, è stata piegata dal maltempo e dal dissesto idrogeologico. E’ il crollo del pino secolare di Fluminimaggiore, uno degli alberi più antichi dell’isola, sradicato ieri dalle fortissime raffiche di vento che stanno colpendo tutto il Sulcis. Il comune della provincia di Carbonia Iglesias aveva provato più volte a salvare lo storico albero, malato da tempo, ma non c’è stato nulla da fare contro la furia degli elementi, e così il sud ovest della Sardegna ha perso uno dei suoi principali simboli, insieme al tempio di Antas. L’irreparabile è successo ieri mattina, in località Rio Sessini, dove si trovava da oltre 250 anni il pino che ha accompagnato moltissime generazioni di sulcitani.

"Si è sentito un frastuono- racconta Antonella Pintus, presidente della Pro loco di Fluminimaggiore - sono uscita di casa e l'ho visto sul terreno. La pianta era malata da tempo, probabilmente era morta, in parte era già secca, avendo 250 anni. L'amministrazione comunale aveva tentato di salvarlo". L’amministrazione locale aveva infatti interessato le università di Cagliari e Sassari in modo da non farlo "morire". "Era un simbolo storico del nostro territorio, lo avevano attaccato funghi e batteri - evidenzia il sindaco di Fluminimaggiore, Ferdinando Pellegrini - abbiamo tentato di trovare una soluzione al problema, ma avevamo capito che non c'era nulla da fare. Per non correre rischi e far correre pericoli ai cittadini tutta la zona era stata già transennata. Adesso l'area sarà riqualificata”.

Già da ieri mattina in località Rio Sessini sono arrivate decine di persone. "Era nel registro degli alberi storici - sottolinea uno di loro - era un grande vecchio che adesso non c'è più”. Il maltempo di questi giorni non ha creato disagi solo a Fluminimaggiore, ma in tutto il Sulcis e nel Cagliaritano. Decine gli interventi dei vigili del fuoco per alberi caduti, rami, cartelloni, pali o cornicioni pericolanti a Cagliari, Monserrato, Dolianova, Selargius, Carbonia e Iglesias.

Leggi anche