Nell'ultimo mese

Cucina di Sardegna: Ricetta zuppa Gallurese

  • Scritto da Effe_E

Tutti i weekend un suggerimento di buona cucina per il fine settimana.


ZUPPA GALLURESE (suppa cuàta)ZUPPA GALLURESE (suppa cuàta)

INGREDIENTI:

400 g. di pane di semola, tipo pasta dura (Coccoi) raffermo
Brodo di carne di pecora
300 g Casizolu (formaggio fresco di vacca)
100 g Pecorino grattugiato
1 mazzetto di aromi (Olio, Cipolla, Basilico, Sedano, Strutto, Pomodoro secco, Finocchio selvatico, Prezzemolo, Pepe, Pelati, Menta, Alloro, Carota)

Ricette di Sardegna


PREPARAZIONE

Per prima cosa si prepara tradizionalmente il brodo di carne di pecora, in cui oltre la carne si aggiungevano una buona quantità di pomodoro secco, prezzemolo, pelati, alloro, sedano e cipolla.
Ecco la semplice e raffinata preparazione del condimento: tritate il finocchio selvatico, prezzemolo, menta, basilico, 1 pomodoro secco e pepe col pecorino grattugiato. Si otterrà così un mix aromatico.

In una teglia alta 10 cm disponete uno strato di pane tagliato dello spessore di mezzo centimetro circa. Cospargete abbondantemente con il mix aromatizzato e ricoprite ancora con il formaggio fresco (su casizolu). Ripetete la stessa operazione fino a quando la teglia non è piena. A questo punto bagnate il pane con il brodo, avendo molta cura che ogni strato si bagni.

Per essere sicuri che il brodo arrivi fino all'ultimo strato, punzecchiate il pane o con un forchettone o con uno stecchino da spiedino. Una volta che tutto il pane è bagnato ricoprite nuovamente l'ultimo strato con il formaggio fresco, in questo caso però tagliato a fette più spesse.

Questo perché: 1) solo quando le fette non si distinguono, la zuppa si può considerare pronta; 2) la zuppa non deve risultare assolutamente asciutta, ma neppure liquida.

A preparazione ultimata si ricopre il tutto con fettine di Casizolu ma più spesse delle precedenti.

COTTURA: Mettere per circa quaranta minuti nel forno. Quando in superficie il formaggio diventa una crosta dorata, la zuppa è pronta per essere servita a tavola.

 

Leggi anche