L'isola in tavola: ecco i primi 20 agrichef sardi

  • Scritto da Alba

 

Sono stati proclamati 20 Agrichef sardi alla fine di tre giorni di laboratori e lezioni organizzati dalla Coldiretti insieme a Campagna Amica e Terranostra.

La Coldiretti è riuscita a formare 20 agrichef sardi che saranno d’ora in poi impiegati per migliorare l’offerta culinaria degli agriturismi. Il loro compito sarà essenzialmente quello di valorizzare i prodotti sardi, nella loro tipicità e nella loro qualità. 

LEGGI ANCHE | BENE LA DIETA DEI SARDI MA ANCORA POCO SPORT 

Formatori e aspiranti agrichef sono stati accolti nell’agriturismo Sa Mandra di Alghero e si sono alternati in aula, nelle sale e nelle cucine. Lezioni pratiche e approfondimenti squisitamente economici legati all'attività agrituristica. Una formazione completa che ha spaziato “dalle tecniche di cottura all'ottimizzazione dei tempi di preparazione, dalla conservazione e sicurezza alimentare alla comunicazione del processo di trasformazione dei migliori alimenti a chilometro zero, sino alle nuove metodologie di comunicazione”, spiega l’Ansa.

I docenti hanno potuto beneficiare della sapienza del primo agrichef italiano, nonché presidente nazionale Terranostra, vale a dire Diego Scaramuzza. Tra gli altri docenti anche Toni Deamicis, direttore nazionale Terranostra, Roberto Dessanti, presidente regionale Associazione italiana Sommelier, Pasquale Porcu, giornalista ed esperto in comunicazione gastronomica, e Antonella Concas, esperta in sicurezza alimentare. La Sardegna è oggi la quarta regione coinvolta in questo progetto di formazione che vuole porre al centro della tavola, si fa per dire, i piatti della tradizione e le specialità del territorio.

Foto | Pixabay