Ecco tutti i film più famosi dedicati ai casinò

  • Scritto da Effe_Pi

Non lo si può negare: l’atmosfera sognante offerta dai casinò si sposa benissimo con le narrative dinamiche e gli intrecci spesso ricercati dal mondo del cinema.

Il mondo dell’arte non ha potuto fare a meno di cogliere parecchie citazioni al gioco d’azzardo in tutti questi anni. D’altro canto, numerosi personaggi famosi e attori hanno rivelato nel tempo anche le loro passioni personali nei confronti di alcuni giochi di carte tipici del casinò.

Curioso il caso di Ben Affleck, che ha conosciuto il Poker tramite un amico, ha conosciuto giocatori professionisti e in passato è stato persino buttato fuori da un casinò dopo aver provato a barare al tavolo. Sono soprattutto i riferimenti ai giochi di carte quelli che popolano le pellicole cinematografiche, alcune delle quali passate alla storia, come “Titanic”. All’inizio del film DiCaprio sta giocando a Poker prima di avventurarsi sulla nave che lo condurrà prima verso l’amore e poi incontro alla morte.

Anche il cinema italiano ci ha messo del suo e un mattatore come Adriano Celentano non poteva sottrarsi a scene dal potenziale esilarante una volta seduto al tavolo. Nel film “Asso”, infatti, il suo personaggio è un maestro del Poker che viene a scoprire che nel giorno del suo matrimonio potrebbe sfidare “il Marsigliese”, un altro grande giocatore conosciuto nell’ambiente. Celebre la scena in cui Celentano mischia le carte facendole volare in aria per poi riportarle magicamente sul mazzo, realizzata semplicemente riavvolgendo all’indietro il nastro. Impossibile dimenticare la telefonata notturna al direttore di banca, con tanto di bluff al seguito. Asso batte “Il Marsigliese”, ma poco dopo viene ucciso e alla fine del film vi è una scena iconica nella quale gioca a carte persino alle porte del paradiso.

Non poteva che risultare iconico un film che si chiama semplicemente “Casinò”, con attori del calibro di Robert De Niro, Sharon Stone e Joe Pesci, ispirato alle attività illecite dei mafiosi americani nel settore del gioco d’azzardo, a cavallo tra gli anni ’80 e ‘90. Memorabile è anche “Ocean’s Eleven”, remake di “Colpo grosso”, in cui uno dei protagonisti è un truffatore abilissimo nel Poker. Persino uno dei film di James Bond è dedicato ai casinò: stiamo parlando di “Casino Royale”, in cui 007 si siede personalmente al tavolo verde. “California Poker”, invece, parla di un giornalista che sviluppa una passione per il gioco d’azzardo e dopo le prime vincite inizia a cambiare idea su quella che deve essere la concezione del casinò.

Il gioco d’azzardo rappresenta ancora oggi un argomento non troppo semplice da trattare, ma ciononostante trova sempre il suo posto nel cinema, nella musica e nella letteratura. Il più delle volte si tratta di commedie con protagonisti degli aspiranti truffatori o dei giocatori che studiano i metodi più disparati per arrivare alla vittoria. Una di queste è “21”, che ricalca l’incredibile storia del MIT Blackjack team. In altri casi, invece, sono sufficienti alcune brevi espressioni entrate nel linguaggio comune dei giocatori per accendere la lampadina a qualche sceneggiatore e avviare la produzione di un lungometraggio destinato a passare alla storia. Nel prossimo futuro, dunque, non mancheranno ulteriori film che approfondiranno il tema e sfrutteranno i casinò come location ideale.

Foto | World Poker Tour su Flickr