A Cagliari apre il primo bancomat di bitcoin della Sardegna

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Si tratta del primo bancomat che può trasformare gli euro nella valuta virtuale dei bitcoin.

Dopo le prime aperture in diverse città italiane, anche a Cagliari apre il primo bancomat Chainblock, uno speciale Atm che permette di acquistare con i contanti le principali criptovalute. Si inseriscono euro reali per acquistare bitcoin virtuali in tutta sicurezza.

Nati nel 2009 da inventore sconosciuto, il bitcoin è una moneta virtuale che, anche se non esiste fisicamente, può essere utilizzata in rete per acquistare beni e servizi di qualsiasi tipo tra ogni nazione. Il loro valore è fluttuante come quello di tutte le monete tradizionali con la differenza che i bitcoin hanno un valore altissimo. Attualmente un bitcoin vale più di 170 dollari e questo valore è destinato a salire anche perché, per convenzione internazionale, non potranno essere coniate più di 21 milioni di unità.

LEGGI ANCHE| Virus e ricatto: la truffa arriva in Sardegna

In rete è facile trovare aziende, siti di e-commerce e gestori di servizi di qualsiasi tipo che accettano i bitcoin come valuta d’acquisto. Ma per fare acquisti è necessario convertire la valuta reale in bitcoin, ecco quindi a cosa servono i bancomat Chainblock. In Italia esistono già 5-6 bancomat di questo tipo e il primo in Sardegna aprirà a Cagliari, presso il negozio “100% biodegradabile” in via Bacaredda. Acquistare bitcoin sarà molto semplice: basterà registrarsi con la scansione del proprio documento di identità e la foto del volto e da quel momento si potranno acquistare bitcoin da conservare sul proprio wallet, il portafoglio virtuale.

Foto| Pixabay