Le vacanze più economiche? a settembre nell'oristanese

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Sull’isola in bassa stagione si risparmia anche il 50% rispetto alle altre località di vacanza in alta stagione

Chi non vorrebbe trascorrere le vacanze estive su una spiaggia assolata con un mare turchese? La Sardegna è una delle mete italiane più ambite per le ferie e da oggi c’è un motivo in più per sceglierla. Secondo un’indagine di Holidu, il sito per la ricerca e il confronto dei prezzi di case vacanze e strutture ricettive, scegliendo di fare le vacanze a settembre in Sardegna si può risparmiare fino al 50% rispetto ad agosto.

I dati sono stati estrapolati dal motore di ricerca Holidu nel mese di gennaio 2019 prendendo in esame 300 destinazioni turistiche italiane ed europee tra le più ambite, marittime e non. I dati sono stati organizzati in modo da poter confrontare i prezzi in alta stagione (dal 3 al 10 agosto 2019) con quelli della bassa stagione (dal 14 al 21 settembre) e per mettere in luce la percentuale di risparmio consentita rispetto alla scelta del mese. I prezzi indicati sono una media giornaliera per appartamenti con una capienza da 3 a 8 persone. In tutte le regioni italiane i prezzi variano molto a seconda della stagione ma la Sardegna è la regione d’Italia che offre la più alta percentuale di risparmio in bassa stagione. Se infatti ad agosto l’importo medio di un appartamento è di 165 euro, a settembre i prezzi scendono fino a 91 euro.  

LEGGI ANCHE| Turismo sardo al top: recensioni web positive e soddisfazione al 90%

Porto Pollo è la località costiera sarda più economica a settembre mentre le località più care, anche in bassa stagione, restano le isole e gli arcipelaghi della Sardegna. Nell’ arcipelago della Maddalena, meta turistica molto ambita, il prezzo medio per notte è di 156 euro. L’isola più economica della Sardegna è invece Sant’Antioco, all’estremo sud ovest dell’isola principale, che da agosto a settembre offre un risparmio del 25% inferiore alla media regionale, con prezzi che vanno da 120 euro in alta stagione a 90 euro in bassa stagione. Decisamente concorrenziale, specie se si considera il paesaggio naturale di mare e spiagge che offre, con un litorale tra i più lunghi di tutta la penisola italica. 

Dal confronto con le altre regioni italiane, le analisi di Holidu hanno evidenziato che la Sardegna è la regione he permette la più alta percentuale di risparmio a settembre, basti pensare che Porto Cervo, una delle mete italiane più costose in assoluto, a settembre ha prezzi del 40% più bassi rispetto all’alta stagione. Se poi confrontiamo la Sardegna con il panorama europeo, la Sardegna a settembre è perfino più economica della Grecia (165 euro contro 187 euro a notte) e non è da meno per quanto riguarda mare, spiagge, panorami selvaggi e bellezze archeologiche da visitare.