Non seguite quella mappa. In Sardegna i cartelli anti Google Maps

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Il famoso navigatore sull’isola fa cilecca e scambia i sentieri sterrati per strade transitabili.

Sarà capitato a tutti di perdersi seguendo le indicazioni del navigatore satellitare per finire in strade chiuse, nel nulla, o perdersi in un dedalo di viuzze. Quello che però succede a Google Maps in Sardegna ha dell’incredibile. A Baunei, nell’Ogliastra, il navigatore di Mountain View è addirittura pericoloso. Accade spesso che i visitatori che non conoscono il luogo e i turisti in vacanza alla ricerca delle spiagge di Cala Luna e Cala Goloritzè vengano indirizzati dal navigatore a seguire dei percorsi impossibili, stradine sterrate percorribili solo con il 4x4, che invece l’applicazione scambia per carreggiate agevoli e sulle quali si può transitare anche con le utilitarie.

La gente del posto e i pastori da tempo provano ad arginare il problema dando una mano ai malcapitati e avvisando chi si trova a passare da quelle parti, diverse anche le segnalazioni arrivate a Mountain View che però si sono risolte in un nulla di fatto visto che la risposta ufficiale è che saranno effettuati i controlli ma poi, puntualmente, ogni estate, camper e automobili rimangono prigionieri di vie di fatto inagibili costringendo in alcuni casi anche i vigili del fuoco ad intervenire.

LEGGI ANCHE| Santa Maria Navarrese è uno dei paesi più belli d'Italia

Per arginare il fenomeno, il comune di Baunei, 3mila abitanti, ha pensato di installare dei curiosi cartelli anti Google Maps. Sui cartelli, come mostrato sulla pagina Facebook del comune in provincia di Nuoro, comparirà la scritta “Non seguite le indicazioni di Google Maps” e “Strada percorribile solo con 4x4. Le nuove segnaletiche saranno sistemate nei prossimi giorni nelle strade per Margine direzione Bidonie-Trekking per Cala Luna e strada per Us Piggius, direzione Baccu Linnalbu-Goloritzè. E problemi simili si sono verificati anche nelle viuzze del centro storico dove i camper dei turisti sono finiti bloccati, seguendo le indicazioni di Google Maps.

Insomma pare che Google Maps in Sardegna non sia riuscito ancora a distinguere la realtà dalla sua fantasia elettronica. In attesa che Mountain View accolga le numerose segnalazioni degli utenti e si decida a sistemare la mappa, il consiglio per tutti è di alzare gli occhi dallo schermo e per una volta guardare i cartelli per strada.