Record di fulmini sui cieli sardi: 5000 in un pomeriggio

  • Scritto da Effe_Pi

Rischio per il gran numero di fenomeni elettrici nell’isola in questi giorni, legati alle perturbazioni che stanno portando anche pioggia e grandine.

Tra i quattro e cinquemila fulmini in poche ore, con temporali e nubifragi, si sono abbattuti sulla Sardegna meridionale nel pomeriggio di ieri. Sono ormai tre giorni che l'isola è interessata da un vasto fenomeno elettrico: una coppia è stata centrata in pieno da una saetta mentre pranzava sotto un albero del parco di Monte Urpinu, a Cagliari. Ed è di nuovo allerta per possibili bombe d'acque e grandinate eccezionali, come quella cha 'imbiancato' alcuni giorni fa l'altopiano di Campeda, in provincia di Nuoro. 

 LEGGI ANCHE | Fulmini record in Sardegna: 13mila nel 2015

 Secondo Dario Secci, meteorologo di Sardegna Clima, "le aree più a rischio sono quelle del Logudoro", mentre "prosegue il trend della scorsa settimana, in un contesto comunque piuttosto caldo e umido, pertanto fisiologicamente fastidioso". Per oggi la situazione non è prevista in miglioramento e stando alle previsioni del dipartimento Meteoclimatico dell'Arpas "i temporali si registreranno principalmente sulle zone interne e sui rilievi. Localmente moderate le precipitazioni "sul settore occidentale e settentrionale durante le ore più calde". Domani, 9 agosto, le piogge si attenueranno fino a scomparire ma non la nuvolosità. "Le giornate di venerdì e sabato - dicono dall'Arpas - saranno invece caratterizzate da cielo generalmente poco nuvoloso, salvo locali addensamenti pomeridiani". E si farà sentire nuovamente il maestrale.

Foto | One Day Closer su Flickr