Nell'ultimo mese

Dalla Sardegna appello per il progetto Marte

  • Scritto da Effe_Pi

Pianeta MarteA chiedere che l'Agenzia spaziale italiana continui a sostenere il lavoro su Cosmic è il presidente del Distretto Aerospaziale della Sardegna.

Appello dalla Sardegna per la sopravvivenza del progetto che studia le possibilità di vita su Marte. Arriva da Giacomo Cao, responsabile del programma di Bioingegneria del CRS4 e presidente del Distretto Aerospaziale della Sardegna, l’appello all'Agenzia spaziale italiana per mandare avanti Cosmic, progetto che studia tra le altre cose la possibilità di sostentamento su Marte, con le risorse disponibili sul pianeta rosso."È auspicabile che si possano trovare finalmente - ha spiegato Cao - le risorse per dare seguito al progetto che ha consentito all'Università di Cagliari, al CRS4 e all'ASI di vedere estesi i propri brevetti in Europa, Stati Uniti d'America, India, Russia, Cina e Giappone".

Si tratta di tecnologie che consentono la realizzazione di elementi strutturali su Luna e Marte, come pure il sostentamento di missioni umane sul pianeta rosso. "Si auspica in particolare – ha aggiunto Cao - che l'Agenzia Spaziale Italiana, che ha recentemente confermato l'impegno a dare visibilità e promuovere la prosecuzione del progetto Cosmic presso i partner nazionali e internazionali interessati, possa in particolare concorrere anche finanziariamente e nel più breve tempo possibile al raggiungimento” dei suoi obiettivi.

Tra questi, la “progettazione e realizzazione di dimostratori terrestri delle tecnologie brevettate per future missioni robotiche e umane, anche nella configurazione compatibile con i ‘lander’ lunari di prossima realizzazione e lancio, che consentirebbe di portare la Sardegna e l'Italia in una posizione di chiara rilevanza nel settore dell'esplorazione robotica ed umana dello spazio". Un obiettivo da realizzare anche attraverso il Distretto Aerospaziale della Sardegna, visto che l’esplorazione dello spazio è un fattore su cui da tempo l’isola punta anche per il rilancio della sua economia oltre che delle eccellenze scientifiche.

Leggi anche