Nell'ultimo mese

Prodotti sardi: falso pecorino dall'America

  • Scritto da Effe_Pi

Pecorino RomanoSempre più prodotti marchiati Sardegna vengono contraffatti e venduti abusivamente come Dop, Doc, Docg e Igp.

Il Pecorino Romano arriva dall'America, e scatta l'allarme sui prodotti a marchio sardo. Il caso del formaggio "contraffatto", scoperto nei giorni scorsi alla fiera "Anuga" di Colonia, è solo l'ultimo di una lunga serie di generi spacciati come provenienti dall'isola e in realtà prodotti altrove. In passato era già successo con maialetti e agnelli, oltre che con altri tipi di formaggio, stavolta è toccato al Pecorino che dal nome sembrerebbe venire dai dintorni della Capitale, mentre invece è un Dop (Denominazione di origine protetta), proveniente dalla Sardegna, quindi uno di quelli che dovrebbero essere fiore all'occhiello della quotata cucina sarda. A intervenire per incoraggiare i sardi a denunciare le contraffazioni agroalimentari è quindi intervenuto l'assessore regionale all'Agricoltura, Oscar Cherchi, che ha invitato i cittadini a farsi "parte attiva di un'azione d'indagine e di denuncia" dei casi di contraffazione dei prodotti agroalimentari "made in Sardinia".

Cherchi ha spiegato che non è "il primo caso di contraffazione di questo tipo né, temiamo, sarà l'ultimo": l'assessore ha anche preannunciato un imminente provvedimento per contrastare il fenomeno. Infatti, se questo "da un lato conferma il crescente appeal dei prodotti alimentari sardi nel mondo, dall'altro ci richiede un'attenzione dedicata al problema, affinché possano essere maggiormente controllati nei canali distributivi i prodotti che vengono proposti come sardi e, in particolare, quelli Dop, Doc, Docg e Igp". Bisogna "tutelare in ogni sede e in ogni modo il buon nome dei nostri prodotti e non rischiare di vanificare il tanto lavoro che il mondo agricolo, le imprese, i Consorzi e la Regione svolgono tutti i giorni per assicurare la qualità del 'Made in Sardinia' e la sua immagine sui mercati nazionali e internazionali". "E' mia attenzione", ha concluso Cherchi, "attivare a breve una specifica iniziativa di tutela dei prodotti alimentari di qualità della Sardegna, che comprenda un monitoraggio costante con funzione di tutela".
 

 

Leggi anche