L'agricoltura sarda ora punta sulla quinoa

  • Scritto da Effe_Pi

Lo pseudocereale scoperto dagli Incas che è l'ideale per i celiaci sarà presto coltivato da dodici aziende dell'isola grazie a un progetto finanziato con fondi europei.

Per gli Incas è "la madre di tutti i semi". Per molti nutrizionisti è più genericamente "il cibo della salute". La quinoa, pseudocereale originario delle regioni Andine della Bolivia e del Perù, è ora una possibile scommessa e opportunità di sviluppo anche per gli agricoltori e le aziende alimentari della Sardegna. Con il progetto "InnoQuinoa", curato dal Dipartimento di Agraria dell'Università di Sassari, promosso e finanziato da Sardegna Ricerche, dodici imprese isolane si sono lanciate in una sfida che parte dalla coltivazione della quinoa e porta alla creazione di pane e dolci "gluten free". 

LEGGI ANCHE | Il supergrano sardo per prevenire la celiachia

Guidati dal responsabile scientifico del progetto, Costantino Fadda, gli imprenditori cercheranno di inserirsi in un mercato che negli ultimi anni chiede con sempre maggiore insistenza prodotti derivati dalla lavorazione della quinoa, le cui proprietà sono considerate sbalorditive: naturalmente privo di glutine, è ricco di proteine, fibre e altri elementi preziosi per l'alimentazione umana, come ferro, calcio e magnesio. Il percorso non sarà brevissimo perché si punta a mettere a regime l'intera catena per la preparazione innovativa di prodotti da forno tradizionali. 

 Per questo sarà un cammino a tappe, che inizierà con la valutazione dell'adattabilità della quinoa in differenti aree dell'isola e l'ottimizzazione delle pratiche agronomiche da adottare. Si passerà poi alla formulazione di prodotti da forno con farina di quinoa e all'affinamento del processo produttivo. In seguito i prodotti saranno promossi sui mercati e i risultati saranno trasferiti tra le conoscenze acquisite alle aziende della Sardegna. La pazienza e l'applicazione di ricercatori e imprenditori coinvolti nella scommessa ha margini elevati di guadagno, tanto sul piano scientifico e culturale che dal punto di vista economico. Oggi la quinoa è un prodotto richiestissimo dai mercati occidentali, e l'Italia è tra i maggiori importatori europei. InnoQuinoa è uno dei 35 progetti cluster promossi da Sardegna Ricerche e finanziati grazie al Por Fesr 2014-2020.

Foto | Alpha su Flickr