Nell'ultimo mese

Strumenti della tradizione sarda: su Fuettu

  • Scritto da Effe_Gi

Fuettu | © Fotografia: Pietro Paolo Pinna, Nuoro (Archivio Ilisso)Frusta usata anticamente dai carrettieri formata da una verga flessibile in legno di melograno sfibrato e intrecciato alla cui estremità è legata una corda di cuoio e canapa.

Anche questa settimana pubblichiamo una scheda estratta dal volume "SONOS - Strumenti della musica popolare sarda" pubblicato dalla ILISSO Edizioni di Nuoro, che ci ha gentilmente concesso la possibilità di diffondere e valorizzare un'altro aspetto della ricchezza culturale della nostra Isola: la musica e l'originalità del patrimonio organografico Sardo.

Uno degli obiettivi della nostra iniziativa editoriale è la valorizzazione e diffusione delle eccellenze sarde, siano esse culturali, tecnologiche, economiche e imprenditoriali, e la ILISSO Edizioni rientra certamente in una di queste categorie.


Fuettu | © Fotografia: Pietro Paolo Pinna, Nuoro (Archivio Ilisso)Dati generali
Strumento desueto
Oggetto sonoro improprio
Costruito generalmente da chi lo suona
Occasione indeterminata

Area di attestazione
Campidano di Cagliari, Sassari

Frusta usata anticamente dai carrettieri, formata da una verga flessibile in legno di melograno sfibrato e intrecciato alla cui estremità è legata una corda di cuoio e canapa divisa in più sezioni e terminante con uno sverzino di spago.

L’impugnatura della frusta, se usata durante le parate, può essere decorata e variopinta.

I carrettieri schioccando la frusta realizzavano ritmi che secondo alcuni potevano accompagnare la danza ma più verosimilmente costituivano una dimostrazione di abilità.

Testo: Francesco Giannattasio | Fotografia: Pietro Paolo Pinna, Nuoro (Archivio Ilisso)

Copyright © Ilisso Edizioni s.r.l. - Clicca su questo link per acquistare il libro

Leggi anche